Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “uova”

LE MIE FRITTELLE “PALEO”

FRITTELLE paleoLa prima colazione è importante, perché ci dà energia per la giornata, specialmente dopo un digiuno di 10-12 ore. Il metabolismo riparte e il nostro organismo si prepara per svolgere al meglio tutte le sue funzioni.
Vi piacerebbe una bella colazione con frittelle appena spadellate?
Lo so, siamo quasi nella bella stagione, abbiamo bisogno di perdere quei 2-3 kg che il freddo e la noia dell’inverno ci hanno regalato anche questa volta, dobbiamo fare la dieta…
Tranquilli, è tutto calcolato.
Una buona colazione deve contenere tutti i macronutrienti di cui abbiamo bisogno: proteine, carboidrati e grassi. Noi non faremo altro che unire tutti questi alimenti e fare delle buonissime frittelle!
Le ho chiamate “Paleo”, perché rispettano i principi dell’alimentazione prevista per la dieta Paleo o comunque quelli di qualsiasi dieta dimagrante, che deve ridurre i carboidrati semplici (zucchero e farine, cioè biscotti, torte, brioches ecc.) Vi servono: 2 banane mature grandi, 3 uova, 5-6 cucchiai di farina di cocco e olio di cocco per ungere la padella.

Preparazione:

  • Mettete le banane in una ciotola e con la forchetta sminuzzatele fino a farle diventare una crema.
  • Aggiungete le uova e mescolate bene.
  • Aggiungete a cucchiaiate la farina di cocco, fino a ottenere un composto da versare, ma non troppo liquido.
  • Lasciate riposare il composto per almeno mezz’ora prima di cominciare a friggere le frittelle.
  • Ungete una padella antiaderente piana e quando è ben calda versate il composto (mezzo mestolo per frittella).
  • Fate asciugare le frittelle e poi giratele, per farle cuocere da ambo i lati.

Vanno bene anche fredde, per uno snack di mezza mattina o mezzo pomeriggio, perché hanno le proteine delle uova, i carboidrati salutari della frutta (banane) e olio buono, che inoltre ha un alto punto di fumo e quindi non sviluppa sostanze tossiche.

Se non trovate farina di cocco, vanno bene anche le scaglie, eventualmente frullatele.

Se avete un po’ di tempo, potete preparare una bella quantità: si conservano bene nel frigo per qualche giorno oppure le potete anche congelare, così ogni volta che avrete voglia di un dolce lo avrete a portata di mano e non farà danni alla vostra dieta!

 

12 CIBI CHE AIUTANO A DIMAGRIRE

Fare una dieta dimagrante non significa solo mangiare di meno e muoversi di più. Significa anche scegliere i cibi giusti. Esistono alimenti che più di altri ci aiutano nel nostro percorso dimagrante perché ci nutrono e ci saziano, rendendoci la dieta più facile, o addirittura fanno bruciare più calorie.
Di seguito troverete 12 alimenti che favoriscono la perdita di peso:

1) Avocado – Per molto tempo è stato evitato, perché ricco di grassi e quindi calorico. I grassi non sono tutti uguali, alcuni aiutano a bruciare più calorie. L’avocado contiene grassi monoinsaturi, specialmente Omega 3. L’acido linolenico stimola la produzione di colesterolo buono HDL e aiuta a smaltire il colesterolo cattivo LDL. Inoltre l’avocado contiene fibra, che fa sentire sazi a lungo e rallenta l’assorbimento degli zuccheri nel flusso sanguigno e controlla i livelli di insulina, che è quella che fa immagazzinare grasso.

2) Uova – Le uova contengono i più importanti aminoacidi che il nostro corpo vuole. Sono ricchissime di vitamine e minerali. I nutrienti sono contenuti nel tuorlo, mentre le proteine sono nell’albume. Grazie all’alto contenuto di proteine, saziano a lungo e ci aiutano a dimagrire (con una spesa minima).

3) Cannella – La cannella controlla l’assorbimento del glucosio e migliora l’attività dell’insulina, aiutandoci così a dimagrire. Inoltre contiene fibra, ferro, manganese e calcio.

4) Tè verde – Il tè verde è ricco di antiossidanti (catechine), accelera il metabolismo e riduce l’appetito.

5) Anguria – Quando sei a dieta sembrerebbe che i cibi dolci non siano proprio indicati, ma la dolce, fresca e succosa anguria ha poche calorie, perché è costituita di acqua per il 92%, quindi può essere un sano e piacevole spuntino. Inoltre è ricca di vitamine e minerali. Come per tutti gli altri frutti, è bene consumarla nella sua stagione e in quantità ragionevole.

6) Avena – L’aveva è il cereale ideale per la colazione, perché è ricca di fibra e resta a lungo nell’apparato digerente, dando un senso di sazietà e impedendo l’assunzione di altre calorie. Inoltre la fibra rallenta l’assorbimento degli zuccheri e tiene sotto controllo l’insulina.

7) Arance – Le arance sono ricche di vitamina C, che stimola la produzione di collagene, essenziale per la bellezza e la salute della pelle, cartilagini e ossa. Il loro contributo alla dieta viene dal basso contenuto di calorie e dalla ricchezza di fibra, che mantiene sazi a lungo. Inoltre non sei tentato a mangiarne troppe.

8) Frutta secca – In passato la frutta secca era guardata con sospetto perché ricca di grassi e quindi di calorie. I grassi però sono buoni, specialmente acidi grassi Omega 3, e aiutano il buon funzionamento del cuore e delle cartilagini. Inoltre contengono fibra e proteine, che mantengono sazi a lungo. Uno spuntino con 20-30 g di frutta secca è molto salutare, perché non fa aumentare gli zuccheri nel sangue e i livelli di insulina, evitandoci l’accumulo di grasso.

9)Yogurt greco – Lo yogurt è ricco di probiotici, che supportano la perdita di peso. Questi microorganismi benefici impediscono il proliferare degli altri batteri cattivi, quindi curano l’irritazione dell’intestino, migliorano la sensibilità all’insulina e aiutano ad abbassare il colesterolo. Non è caro, si trova facilmente e piace a tutti.

10) Mela – Si dice che una al giorno leva il medico di torno, ma 3 al giorno aiutano a perdere peso. Le mele hanno poche calorie e contengono tanta fibra, che ha un effetto saziate, quindi ci aiutano a mangiare meno. Inoltre contengono antiossidanti che proteggono le cellule dalla degenerazione. Sono ricche di vitamine e minerali, che danno energia. Poiché non contengono sodio, l’acqua che contengono idrata, ma poi viene rilasciata dall’organismo, quindi non si accumula e non causa ritenzione idrica.

11) Pomodoro – Il pomodoro è poco calorico, non contiene grassi ed è ricco di fibra. Accelera il metabolismo e contiene nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno (per esempio licopene e vitamina C).

12) Carote – Le carote sono uno dei più ricchi cibi che abbiamo sulla terra. Hanno poche calorie e sono ricche di fibra e nutrienti che fanno lavorare meglio l’organismo. Se il metabolismo lavora bene brucia più grassi e perdiamo peso.

Tutti questi cibi possono favorire la perdita di peso, ma è importante controllare l’alimentazione complessivamente e fare movimento!!

Se vi interessa approfondire questo argomento trovate maggiori informazioni nel mio libro, Come Sconfiggere il Sovrappeso e Vivere Felici, disponibile su Amazon clickando qui.

TORTA AL CIOCCOLATO CON 2 INGREDIENTI

tORTA AL CIOCCOLATO CON 2 INGREDIENTIOggi ho provato una ricetta che mi ha incuriosita: torta al cioccolato, fatta con soli due ingredienti, che molto probabilmente avete già in casa: uova e cioccolato fondente.
Oltre che dalla semplicità, sono stata attirata dalla sua “sostanza”. Credo che sia una torta un po’ più salutare, perché non contiene farina 00, che significa zucchero, e neanche altri grassi all’infuori di quelli del cioccolato. Le uova contengono molte proteine, che contribuiscono ad abbassare l’indice glicemico  della torta e quindi non dovrebbe causare quella impennata glicemica e tutto il lavoro dell’insulina che segue, di cui parliamo spesso nel blog. Il cioccolato contiene polifenoli, antiossidanti, e magnesio, che ci rilassa e ci dà il buonumore! Quindi è una torta adatta anche a chi è a dieta 🙂
Ecco la ricetta:
Ingredienti
– 4 uova
– 200 g cioccolato fondente

Preparazione:
– preriscaldare il forno a 170° C.
– far fondere il cioccolato a bagnomaria.
– lasciare intiepidire, poi aggiungere i tuorli uno alla volta.
– sbattere i bianchi (freddi dal frigo) a neve ferma.
– incorporare poco per volta i bianchi alla cioccolata.
– foderate uno stampo e versare il composto.
– cuocere per 30-40 minuti (prova stecchino).
– lasciare raffreddare.
– spolverare di zucchero a velo (optional) e servire.

Non si mette farina e lievito, quindi non è particolarmente soffice, ma ha un buon sapore.
Secondo me è ottima servita con pesche o fragole e può costituire una buona merenda anche per i bambini.
Naturalmente se vi piace potete aggiungere qualche profumo, per esempio scorzetta d’arancia, oppure vaniglia o cannella.
La mia teglia ha un diametro di 17 cm, quindi con queste quantità viene una tortina che si può dividere in 6-8 porzioni.
Si tratta comunque di 200 g di cioccolato, quindi non esagerate! 🙂
Provatela e ditemi che ve ne pare!

Trovate le fotografie con i dettagli della preparazione  su Facebook, vi aspetto!

LA MIA SACHER TORTE

sacher torteQuando si è a dieta (e anche quando si cerca di non ingrassare), si sa che non possiamo permetterci tanti zuccheri. Per non sentirci troppo “castigati” dobbiamo trovare qualche compromesso.
Io faccio qualche esperimento “peccaminoso” ogni tanto, per poter appagare il mio desiderio di dolci.
Conoscendo le proprietà nutriterapiche del miglio e quelle altrettanto nutriterapiche dell’avocado, ho unito questi due ingredienti per fare il mio esperimento.
Anche se si limitano gli zuccheri, la farina di grano ne contiene tanti, che alzano l’ indice glicemico. L’indice glicemico è quello che determina la produzione di insulina nel sangue e si sa che dove c’è insulina c’è fame e grasso (vedi post). In più il miglio non contiene glutine, quindi questa torta va bene anche per gli intolleranti.
Ecco la mia torta:

Ingredienti

– 4 uova intere
– 50 g di zucchero di canna
– 200 g di cioccolato fondente al 75% cacao
– 60 g di cacao amaro in polvere
– 2 avocado maturi
– qualche cucchiaio di latte di mandorla
– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia in polvere
– 1 cucchiaino di cannella in polvere
– scorza di arancia grattugiata
– 800 g di farina di miglio
– 15 gocce di stevia
– 1 cucchiaino di bicarbonato con qualche goccia di aceto
– 1/2 cucchiaino di sale

Procedimento

– Spezzettare il cioccolato, coprire con latte di mandorla e fondere nel microonde o a bagnomaria.
– Sbattere le uova con lo zucchero finché diventano spumose.
– In una ciotola passare la polpa di avocado, aggiungere metà del cioccolato fuso, la stevia,  le uova, il cacao in polvere, il bicarbonato, il sale, i profumi e la farina fino a ottenere un composto morbido, ma non liquido. Potreste impiegare più o meno farina, dipende dalla grandezza delle uova e degli avocado. Assaggiate e regolatevi di conseguenza con la stevia.
– Versare in una teglia e cuocere in forno preriscaldato, a 200° per 30 minuti. Se la vostra teglia è grande e quindi lo strato sottile, potrebbero bastare 20 minuti. Fate la prova stecchino.

Una volta raffreddata la sfoglia, la potete tagliare a rettangolini, tipo brownies e servire a colazione con latte di mandorla/cocco, yogurt, caffè, marmellata senza zucchero…
Oppure:
Tagliate la torta orizzontalmente (se avete usato una teglia grande e quindi è venuta sottile non dovete più tagliarla) e la farcite con marmellata senza zucchero. Io ho usato una di ciliegie.
Spalmate la parte superiore con la metà di cioccolato fuso rimanente (riscaldatelo ancora un po’ se si è indurito) e avrete una SACHER buona, che fa meno danni perché ha più proteine e meno zucchero. L’avocado sostituisce altri tipi di grassi ed è gradevole di sapore.

Servite con fragole e/o frutti di bosco freschi (o congelati nel mio caso).
Mangiatene poca, perché è molto saziante e comunque ha le sue calorie!

 Per dettagli su questa ricetta e tante altre, vi aspetto su Facebook!

 

RINFORZATE LE VOSTRE DIFESE IMMUNITARIE

imagesNGPYU8UXPer rinforzare il nostro sistema immunitario non è necessario ricorrere a farmaci: basta avere un’alimentazione varia, ricca di cibi che siano in grado di farlo ed eventualmente aggiungere qualche integratore.
Dr. Oz ha elencato alcuni, che mi affretto a condividere con voi:

– Estratto di larice, che aiuta a ridurre i raffreddori.
– Olio di origano, in grado di eliminare i batteri cattivi che possono dominare l’intestino.
– Funghi giapponesi (enoki, shiitake, Oyster), ricchi di ergothioneine, un potente antiossidante, che non viene distrutto con la cottura.
– Crucifere (cavoli, broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolfiore, lattuga), che aiutano a disintossicare il fegato e a creare un buon ambiente per le cellule immunitarie che vi abitano.
– Avocado: aggiungendolo alla dieta è un modo facile per supportare le funzioni delle ghiandole surrenali e il sistema immunitario. Contiene acidi grassi essenziali che aiutano la produzione e l’equilibrio degli ormoni.
– Zenzero (ginger), molto usato nella medicina ayurvedica: riscalda il corpo e aiuta a mantenere aperte le vie respiratorie e ad abbattere l’acumulo di tossine negli organi, che aumentano il rischio di infezioni, specialmente polmonari. Purifica il sistema linfatico, che a sua volta è il sistema purificatore del nostro organismo.
– Ribes nero: contiene antociani, antiossidanti composti, che proteggono i nostri occhi e migliorano la visione notturna. Inoltre è ricco di vitamina C (5 volte più delle arance).
– Avena (fiocchi e farina): è un superalimento per la salute a lungo termine, perché è ricca di fibra solubile che cattura e trascina via il colesterolo cattivo LDL.
– Melograno: è ricco di acido ellagico e alagin punica, che combattono i danni da radicali liberi e contiene fitonutrienti che aiutano a preservare il collagene nella pelle.
– Semi di zucca: sono ricchi di magnesio e aiutano ad abbassare la pressione sanguigna, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari.
– Estratto di salvia: aiuta a rimuovere il muco dal tratto respiratorio e calma la tosse. (1-2 gocce nel tè o in un po’ d’acqua calda).
– Uova: contengono ferro, biotina e vitamina C e combattono l’anemia, una riduzione dei globuli rossi che può causare la perdita dei capelli nelle donne.
– Graviola: tradizionalmente usata per uccidere i parassiti, migliora le funzioni epatiche, riduce la febbre, i raffreddori e rinforza il sistema immunitario. Una ricerca sulle acetogenine annonacee, dei composti naturali di cui è ricca, attribuisce alla graviola proprietà antitumorali. (ulteriori informazioni sulle sue molteplici proprietà in un post precedente).

IL CIBO: LA NOSTRA MEDICINA

frutti di bosco aFa che il Cibo sia la tua Medicina
e che la tua Medicina sia il Cibo.
(Ippocrate)

Sempre di più i ricercatori e i nutrizionisti sono convinti che il cibo è fondamentale per la nostra salute.
Allo show televisivo del Dott. Oz è intervenuto il Dott. John La Puma, autore del libro Big Book of Culinary Medicine, che parla del cibo come vera e propria medicina. Dopo aver studiato le scienze dell’alimentazione, egli sostiene che il cibo è la prima linea di difesa nella battaglia contro le malattie. Lunghe ricerche gli hanno fatto capire che ci sono alimenti che possono essere usati come potenti farmaci e che è possibile invertire il processo dell’invecchiamento, prevenire disturbi come pressione alta e accumulo di colesterolo cattivo nel sangue o malattie degenerative come l’Alzheimer, senza fare uso di farmaci di sintesi.
Ecco alcuni alimenti con proprietà benefiche per il nostro organismo, che secondo il Dott. La Puma dovremmo consumare ogni settimana:

Bacche di ogni tipo (more, mirtilli, fragole, ribes), ricchi di antiossidanti.

Spezie indiane (curcuma, curry, zafferano), che hanno una forte azione anti infiammatoria e aiutano ad assorbire meglio alcune sostanze nutritive.

, ricco di antiossidanti (catechine), che ci proteggono dai radicali liberi e hanno potenti effetti sulle cellule tumorali.

Uova, ricche di proteine facilmente assimilabili.

Salmone (meglio quello pescato nel Pacifico), ricco di acidi grassi Omega 3.

UOVA A COLAZIONE PER DIMAGRIRE

Timothy Ferriss, nel suo libro 4 Ore Alla Settimana Per Il Tuo Corpo, parla delle uova come valido aiuto nella dieta dimagrante.
Le uova forniscono proteine, grassi buoni, vitamine A,D,E e minerali come ferro, e zinco.
Le uova a colazione forniscono energia e saziano a lungo, impedendoci di arrivare troppo affamati all’ora di pranzo.
Le loro virtù vanno oltre: aiutano a dimagrire!

Diversi esperimenti hanno evidenziato che mangiare uova produce un aumento del metabolismo basale e di conseguenza una maggiore perdita di peso.
In uno di questi esperimenti un gruppo di donne in sovrappeso ha consumato per otto settimane ogni giorno due uova per colazione, mentre un altro gruppo no. Il risultato è stato che le donne che hanno consumato uova a colazione hanno perso il 65%  di peso in più rispetto al gruppo che non le ha consumate.
Non solo, ma da questo esperimento si è capito che le uova aiutano a perdere il grasso addominale, infatti hanno constatato una riduzione più elevata dell’83% della circonferenza vita.
Un’altra cosa importante è che non sono state rilevate differenze significative nei livelli di colesterolo LDL, HDL e dei trigliceridi.

Il tuorlo contiene colina, che aiuta e protegge il fegato e favorisce il dimagrimento. La colina viene metabolizzata come betaina, che riduce lo stato infiammatorio causato dallo stress ossidativo.

Io sapevo che le uova contengono molto colesterolo e che dobbiamo limitarne il consumo a 2-3 alla settimana. Ultimamente le hanno rivalutate, dicono che il loro colesterolo è facilmente metabolizzabile. I loro grassi, anche se di origine animale, sono costituiti soprattutto da grassi monoinsaturi e polinsaturi, che sono benefici per l’organismo. Inoltre contengono lecitine, ottimi emulsionanti dei lipidi, che favoriscono il trasporto inverso del colesterolo, cioè dalle arterie al fegato, aumentando l’attività del colesterolo buono HDL.
Tim raccomanda le uova biologiche, dice che contengono meno colesterolo.

Le galline meno stressate fanno uova più sane!

LE MEDICINE NELL’ORTO

Oggi allo show televisivo del Dr. Oz hanno parlato degli alimenti come
strumento di prevenzione delle malattie.crucifere

Al top per le loro proprietà anticancerogene sono le crucifere, ricche di sulforafano, un potente antiossidante. Dalla famiglia delle crucifere fanno parte i cavoli, i cavolfiori, i broccoli, i cavolini di Bruxelles e anche la rucola.
Una buona abitudine sarebbe quella di consumare germogli di broccoli. I germogli in generale hanno un’alta concentrazione di nutrienti. Per esempio una minima quantità di germogli di broccoli contiene un quntitativo di sulforafano pari a mezzo ghilogrammo di broccoli maturi.

Un’altra categoria di cibi antitumorali è quella dei folati, vitamine del gruppo B indispensabili alla formazione dei globuli rossi e per altre reazioni biochimiche. Contengono acido folico le uova, gli spinaci, gli asparagi e le arance. I folati aiutano a riparare i danni al DNA, la nostra matrice genetica, la struttura cellulare in cui si possono verificare dei danni che portano a malattie anche gravi, come il cancro.
Studi effettuati hanno evidenziato che le donne con un alto livello di acido folico hanno una riduzione del 44% del rischio di sviluppare il cancro al seno.
Le lenticchie verdi germinate sono una fonte preziosa di acido folico.  L’aggiunta di pomodoro esalta le loro proprietà. Si cuociono velocemente (5minuti) e costano poco. Sono facili da digerire e contengono anche fibra.
Se non le trovate già pronte (essicate), si possono preparare in casa. Ecco il procedimento:
– Si  lavano 100 g di lenticchie verdi e si mettono a bagno  per tutta la notte.
– Al mattino si sciacquano e si stendono su un piatto piano un po’ grande.
– Si coprono con un panno. Eventualmente usate un supporto in modo che il panno non tocchi le lenticchie.
– Si spruzzano d’acqua tre volte al giorno. Evitate il ristagno d’acqua.
– Dopo un paio di giorni saranno germinate e si possono cucinare, per esempio a minestrone.

Se continuate a bagnarle cresceranno i germogli e dopo altri 2-3 giorni saranno lunghi abbastanza per consumarli appena saltati in padella e aggiunti alle vostre minestre di verdura o all’insalata.

Le fibre sono uno straordinario strumento di prevenzione tumorale, tra i migliori. Sono la nostra dose quotidiana di prevenzione. Alimenti che contengono fibra sono i frutti di bosco, le pere, le fragole, i lamponi, la crusca, l’avena.

Ecco un piacevole modo per assumere delle fibre: mescolare l’avena con cannella, buccia d’arancia grattugiata (bio), e semi di lino o semi di chia bianca, ricchi di acidi Omega 3 e di antiossidanti. Un solo cucchiaio di questo mix fornisce al nostro organismo 5 g di fibra.
La dose giornaliera di fibra da assumere dovrebbe essere di 30-35g.

RIMEDI ANTIETA’

FERMARE L'INVECCHIAMENTONel suo show televisivo di oggi Dr. Oz, con la collaborazione di Dr. Russell Greenfield, ha parlato di alcuni accorgimenti antietà.
Eccoli:

– Cancellare le rughe. L’impatto visivo è importante e quindi dovremmo prestare un po’ di attenzione al nostro aspetto, a partire dalle rughe, chiamate anche zampe di gallina. Per poter migliorare l’aspetto della nostra pelle dovremmo ridurre gli zuccheri, che hanno un effetto dannoso sul collagene. Il collagene fa sì che i tessuti si mantengano elastici e con la sua diminuzione la pelle collassa e fa vedere le rughe.
Lo zucchero  non si trova solo nei dolci, bisogna stare attenti agli zuccheri nascosti per esempio nello yogurt alla frutta, pieno di sciroppi, oppure nelle salse per condimento. Meglio usare lo yogurt al naturale o farselo da soli e aggiungere mirtilli o altra frutta fresca  oppure usare la salsa sriracha a base di peperoncino per condire, al posto del ketchup o altre salse.
Un integratore alimentare a base di Cromo GTF fa aumentare l’efficienza dell’insulina nel portare lo zucchero nelle cellule e utilizzarlo come energia.

– Neutralizzare le cellule cancerogene. Tutte le cellule, anche quelle tumorali, hanno bisogno di nutrimento, che arriva attraverso i vasi sanguigni. Le cellule tunorali sono in grado di creare dei nuovi vasi sanguigni, per potersi nutrire e crescere, a danno delle cellule sane.
Esistono alcuni cibi in grado di bloccare lo sviluppo dei vasi sanguigni, impedendo lo sviluppo delle cellule cancerose, che non potranno sopravvivere. Uno di questi è la macedonia di frutta composta da papaya, more e noce moscata, che aiuterà il sangue a irrorare le parti giuste del corpo, in modo da poter contrastare le cellule cancerogene.

– Cancellare la stanchezza cellulare. Le cellule si rinnovano continuamente, dividendosi. Ogni volta che si dividono una piccola parte del DNA si accorcia. Queste porzioni si chiamano telomeri e agiscono come le protezioni di plastica che si trovano alla fine dei lacci delle scarpe. All’inizio sono lunghi e flessibili, ma col passare del tempo e con lo stress le loro estremità si danneggiano e si diminuisce la capacità di ricostruire il nostro corpo attraverso le cellule. Quando i telomeri diventano troppo corti per dividersi la cellula muore e si invecchia.
L’Astràgalo, di origine cinese, è un tonificante energizzante, che rinforza le difese immunitarie. Protegge i telomeri e li aiuta a vivere più a lungo, rallentando di conseguenza l’invecchiamento.
L’attività fisica è importantissima per contribuire alla ricostruzione dei geni. Di questi tempi, in cui moltissime persone si lamentano della mancanza di tempo da dedicare al movimento, stare in piedi per 10 minuti può essere  una piccola attività fisica.

– Sconfiggere la demenza. Per poterlo fare bisogna ridurre l’infiammazione, che è alla base della demenza. A questo proposito si devono evitare gli alimenti che contengono nitrati, presenti nei salumi e nei formaggi.
Una miscela composta da Acetil L Carnitina e Acido Alfalipoico può garantire benefici significativi, perchè è in grado di fornire energia alle cellule e di mantenerle sane, migliorando quindi la funzionalità cerebrale. Le uova, la cannella e i cavolini di Bruxelles sono un aiuto valido per una buona memoria.

– Dormire. Dormire bene è fondamentale per vivere a lungo. Tuttavia lo stress e le preoccupazioni quotidiane spesso ce lo impediscono. Dr. Oz suggerisce di fare 5 minuti di respirazione profonda o altre tecniche di meditazione per rilassarsi prima di andare a letto.
Il tè alla lavanda riduce l’ansia.

Navigazione articolo