Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “stile di vita”

MAGNESIO PER PREVENIRE LA SINDROME METABOLICA

OBESITA' INFANTILELa Sindrome Metabolica è uno stato clinico che comprende una serie di disturbi che si presentano contemporaneamente, per esempio:
– Pressione sanguigna superiore a 130/85
– Glicemia a digiuno superiore a 110
– Trigliceridi superiori a 150
– Colesterolo “buono” HDL inferiore a 40 per gli uomini e a 50 per le donne.
– Circonferenza addominale superiore a 102 cm per gli uomini e a 88 cm per le donne (qualcuno dice 81).

Avete qualcuno di questi valori?
Se avete 3 Sì, potreste essere a rischio di Sindrome Metabolica. Questa patologia predispone a malattie cardiovascolari e metaboliche (obesità, grasso addominale, ipertensione, trigliceridi alti, ipercolesterolemia, iperglicemia. Quando il livello di zucchero nel sangue è alto, il pancreas è costretto a produrre quantità elevate di insulina, e col tempo si può arrivare alla resistenza a questo ormone e al diabete, oppure a uno squilibrio nel metabolismo dei grassi e a una predisposizione alla steatosi epatica (fegato grasso), malattie a livello renale o del pancreas ecc.
E’ di primaria importanza contrastare la Sindrome Metabolica.
La causa principale è il sovrappeso: più è elevato, maggiore è il rischio.
Il sovrappeso in generale è conseguenza di uno stile di vita errato: alimentazione scorretta (ricca di grassi, specialmente saturi, di zuccheri, di carboidrati semplici (raffinati), poca fibra, poche verdure e frutta) e vita sedentaria.
Cambiando lo stile di vita (e in questo blog trovate molti consigli utili), migliorerete la vostra salute.
Il Dott. Filippo Ongaro ci dà una buona notizia: abbiamo un alleato, il magnesio, che aiuta a prevenire la Sindrome Metabolica.
Ricercatori dell’Indiana University (statunitense) e della Jikei University (giapponese) hanno effettuato 6 studi su più di 24 mila soggetti e più di 6 mila casi di Sindrome Metabolica, il cui risultato è stato pubblicato su Diabetic Medicine, e hanno constatato che un maggior apporto di magnesio riduce del 30% il rischio di sindrome metabolica.
Inoltre la National Institutes of Healt (USA) afferma che il magnesio è coinvolto in più di 300 reazioni biochimiche nel nostro organismo ed è fondamentale per il Sistema immunitario, per un battito cardiaco regolare, per le ossa, per  i nervi e per i muscoli.
Per fortuna molti alimenti sono ricchi di magnesio, per esempio ortaggi a foglia verde, cereali, legumi, semi di sesamo, menta, cocomero, arachidi, mandorle, semi di zucca, noci brasiliane, semi di girasole, basilico, semi di lino, erba cipollina, cacao ecc.
Ancora una volta troviamo la farmacia in cucina.
Una volta acquisita la consapevolezza, il resto è facile! 🙂
<!– BEGIN JS TAG – 320×50 http://www.melanzanealcioccolato.com
 

Annunci

POSSIAMO RINGIOVANIRE?

Ringiovanire si può! Lo sostiene il Dott. Dean Ornish, professore di medicina clinica all’Università deWP_20141127_08_50_33_Pro-300x168lla California e ricercatore di fama mondiale. In 30 anni di ricerche egli ha potuto appurare che cambiando il proprio stile di vita si attivano dei meccanismi dinamici che possono intervenire sulla nostra salute, migliorandola.  Si può arrestare o invertire l’avanzare delle cardiopatie, rallentare o arrestare il cancro alla prostata o al seno ecc. Quando si cambia lo stile di vita è come se si disattivassero i geni cattivi e si potenziassero quelli buoni – spiega il Dr. Ornish.
Cambiare stile di vita significa alimentarsi in modo sano e consapevole, praticare una moderata attività fisica e adoperare metodi di rilassamento (svago) per ridurre lo stress della quotidianità. Con questi cambiamenti si agisce su una parte intrinseca del nostro organismo: i telomeri.
Faccio una piccola spiegazione, prometto che sarò breve: i telomeri sono porzioni del DNA che si trovano alla fine di ogni cromosoma e sono molto instabili. Il DNA (acido desossiribonucleico) è una macromolecola che contiene le informazioni genetiche ed ereditarie necessarie alla cellula, e determina le caratteristiche dell’organismo. E’ unico per ognuno di noi (anche per i gemelli monozigoti). La funzione dei telomeri è di impedire al DNA di degradarsi. La Dr. Elisabeth Blackburn, premio Nobel, ha fatto il paragone con il lacci delle scarpe: i telomeri proteggono il DNA come le terminazioni di plastica impediscono ai lacci di sfilacciarsi. I telomeri controllano l’invecchiamento: quando si accorciano, la nostra vita si abbrevia.telomeri-sfilacciati-300x168
Secondo il Dr. Ornish, però, i telomeri si possono allungare! Ha voluto dimostrarlo anche per lo show del Dr. Oz, sottoponendo 3 donne al suo programma per 3 mesi e i risultati sono stati visibili e misurabili: per tutte si è registrato un allungamento dei telomeri tra il 6% e il 15%, miglioramenti significativi nel quadro lipidico, nell’aspetto e sullo stress. In più sono dimagrire, chi più chi meno, fino a 7 kg.

Il piano del  Dr. Ornish è composto  da 4 steps:

1) Alimentazione. Ha diviso gli alimenti in  5 categorie:

– (1) Raccomandati: frutta, verdura, cereali integrali, legumi (specialmente soia, ricca di proteine, che può sostituire la carne).
– (2) Ammessi, ma senza esagerare (per via dei grassi): avocado, frutta a guscio.
– (3) Con moderazione: salmone e carboidrati raffinati.
– (4) Un po’ “cattivi”: pollo non fritto, margarina, latte intero…
– (5) I meno sani: pollo fritto, hamburger, patatine…

Il consiglio del Dr. Ornish: se qualche volta vi capita di mangiare cose meno sane, fate in modo di compensare il giorno dopo con alimenti raccomandati.

2) Attività fisica. Bastano 30 minuti al giorno, ma deve essere costante. Si può ricavare camminando mentre si parla al telefono, andando a piedi a fare la spesa, evitando l’ascensore ecc.

3) Praticare la meditazione. La meditazione può significare anche agire con consapevolezza, per esempio quando mangiamo: fare attenzione a tutti i nostri sensi, lentamente. Questo ci aiuta anche a capire cosa e quanto mangiamo.

4) Mai farlo da soli. E’ importante costruire  una  comunità con cui condividere l’esperienza e  in cui sentirsi al sicuro e abbassare le difese. La solitudine genera depressione e le ricerche hanno dimostrato che le persone depresse hanno il triplo di probabilità di ammalarsi.

Questo cambiamento ha il potere non solo di prevenire, ma innesca un meccanismo di regressione delle malattie senza farmaci e aiuta a spostare le lancette del nostro orologio biologico!

(Mi sono accorta che è quasi il mio stile di vita, chissà che telomeri!)

 

NON SOLO MAGRI

untitled (2)Davanti all’estate in arrivo e al desiderio di sfoggiare con disinvoltura il costume da bagno non si poteva ragionare molto sulla salute, quindi nel mio blog ho parlato spesso di diete dimagranti che comunque non erano mai troppo restrittive e malsane.
Adesso, che possiamo prendercela con più calma, vediamo di fare le cose per bene.
Non siete riusciti a raggiungere i vostri obiettivi, oppure vi siete lasciati andare alle tentazioni di qualche “all inclusive” di qualche villaggio turistico e avete vanificato tutti gli sforzi?
Niente rimpianti, avete fatto bene a godervi le vacanze! L’importante è ricominciare nel modo più giusto.
Adesso basta con le diete lampo reclamizzate su qualche giornale, che generalmente sono altamente sbilanciate. Anche se fanno perdere velocemente qualche chilo, potrebbero lasciarvi pelle e capelli opachi, unghie fragili ecc.
So per esperienza che il modo più giusto per riacquistare la forma fisica è allontanarsi dall’idea di perdere peso a tutti i costi e focalizzarsi sull’essere sani.
Io ho provato molte diete, anche prescritte da medici, ma finché il mio obiettivo era di dimagrire non ho mai ottenuto un risultato duraturo. Dimagrivo, è vero, ma erano un impegno e una fatica e a un certo punto mi sembrava di essere arrivata alla fine e senza accorgermi tornavo al punto di prima.
La grande svolta è stata quando ho cominciato a interessarmi alla salute. Quando, cioè, ho cominciato a nutrirmi in un certo modo perché era salutare, non perché dovevo dimagrire. Il dimagrimento è stato un piacevole effetto collaterale.

Ecco i cibi buoni:
– Cibi crudi: frutta e verdura, germogli, semi. Contengono enzimi, che sono la forza vitale degli alimenti e mantengono in equilibrio il metabolismo.
– Carboidrati complessi (cereali integrali, ortaggi e frutta). Contengono zuccheri naturali, che il corpo metabolizza lentamente e ci forniscono energia costante più a lungo.
– Cibi biologici, cioè non trattati chimicamente, che ci risparmiano l’assunzione di sostanze tossiche.
– Proteine vegetali, più facilmente assimilabili: quinoa, amaranto, miglio, germogli, legumi.
– Grassi buoni: avocado, semi di lino/girasole/zucca, frutta a guscio, olio di oliva, olio di lino, alghe, pesce. Questi sono acidi grassi essenziali e aiutano a sciogliere il grasso corporeo e il colesterolo cattivo.

Cibi da evitare sono:
– Quelli troppo cotti. Con la cottura si distruggono le vitamine. Il modo migliore per cuocere le verdure è al vapore, 2-3 minuti.
– Carboidrati semplici: cereali raffinati, dolci. L’eccesso viene immagazzinato nel corpo sotto forma di grasso.
– Cibi trattati, ricchi di conservanti e additivi.
– Grassi di origine animale, troppa carne rossa, troppi formaggi grassi. Rendono acido il sangue e appesantiscono la digestione.

Uno stile di vita sano non può prescindere da una moderata ma costante attività fisica!!

Coraggio, dunque, oggi è un buon giorno per iniziare!!

I MIEI TRAGUARDI

post traguardo
Ho appena esultato per i risultati dei miei esami del sangue: i trigliceridi si sono dimezzati, gli zuccheri sono scesi, il colesterolo è rientrato nella norma, il colesterolo buono HDL (che pulisce le arterie) é AL MASSIMO.
In più in questo primo anno di vita del mio blog ho perso una decina di chili senza quasi accorgermene, e anche se ho vissuto giorno per giorno sulla mia pelle questo cambiamento, non ci posso credere! Tutto da sola, senza dietologo, senza palestre, senza prodotti dimagranti costosi o pastiglie con chi sa che cosa dentro!
Tante volte mi sono lasciata tentare da pubblicità a prodotti miracolosi, ho bevuto intrugli “dimagranti” che sapevano di dentifricio, ho fatto diete spietate che mi facevano barcollare e qualche volta sono dimagrita, ma bastava poco per riprendere tutto e rinunciavo delusa.
Un paio d’anni fa il mio medico mi aveva prescritto le statine  per abbassare il colesterolo, ma visto che sono restia all’uso dei medicinali perché danno effetti collaterali ho aspettato a prenderle.
Ho studiato le cause del colesterolo e mi sono impegnata perché diminuisse.
Ho fatto cioè quello di cui parlo nei miei post: alimentazione sana (proteine magre, frutta, verdura e cereali integrali) e attività fisica.
Da quando ho iniziato questo stile di vita mi sento energica e positiva e vi porto la mia testimonianza che possiamo ottenere tutto quello che vogliamo se ci crediamo abbastanza!
E la cosa più bella è che non ho affrontato grandi sacrifici: ho solo cambiato il mio stile di vita.

Ma che vita è, senza tiramisù e lasagne!” mi chiede qualcuno. Non si deve eliminare tutto, ogni tanto si può persino esagerare (post precedente L’abbuffata di Tim)!
Quello che non mi aspettavo è che man mano che fai tue le nuove abitudini, quelle vecchie spariscono. I fritti vi sembreranno troppo unti, i dolci troppo dolci. Scoprirete quanto è buono, dolce e succoso un peperone crudo!

Nel suo libro La Dieta OMG (Oh My God!)   il personal trainer e nutrizionista Venice A. Fulton dice che cambiamo le nostre cattive abitudini solo quando cambiamo il modo di vedere noi stessi. Cercate di sviluppare al più presto la capacità di giudicare voi stessi con obiettività.
Le cattive abitudini vanno cambiate al più presto, anche quelle dei bambini, perchè un bambino cicciotello sarà un adulto cicciotello.
Sono la prima a pensare che una persona vale per la sua sensibilità, per il suo carattere, per quello che ha dentro la testa e dentro l’anima, ma sentirsi in forma aumenta la nostra autostima, ci fa sentire più sicuri e più disinvolti.
E’ bello essere autoironici, fare la battuta sul proprio aspetto fisico, ma in fondo questo dimostra la consapevolezza che le cose non vanno tanto bene e che esiste un malessere.
Si può cambiare!
Non dobbiamo arrenderci e dare la colpa alla genetica, all’ereditarietà. La predisposizione genetica si può cambiare (post precedente)!
Tutto dipende da noi.
Il personal trainer Chris Powell, intervenuto nel programma televisivo del Dr. Oz, ha insistito sul fatto che non è mai troppo tardi per riprendere le redini della propria vita. Bisogna motivarsi, convincersi che tutti ce la possono fare e liberarsi delle barriere emotive che ci ostacolano. Bisogna costruire intorno a noi una rete di persone di fiducia, che ci stimolano e ci sostengono.
Ideale sarebbe avere amici o parenti con cui fare il percorso, ma se non li avete possono essere d’aiuto delle letture o dei programmi televisivi che ci danno la carica.
Quando ci credi fai il tuo percorso senza grandi difficoltà. Io ho continuato a preparare piatti che ai miei figli piacciono ma che non vanno bene per dimagrire senza sentirmi punita perchè non li mangiavo.
La soddisfazione di sentirsi bene con se stessi supera di molto quella che può dare il cibo!
Io ho cominciato con Jane Fonda, tanti anni fa. Ho letto i suoi libri, ho fatto i suoi corsi di aerobica con la videocassetta. Mi ha stimolato la sua forza e la sua determinazione, ma i veri risultati sono arrivati quando all’esercizio fisico ho abbinato una corretta alimentazione.

Non sempre ho voglia di fare esercizio fisico, ma mi sembra di sentire Paul Plakas, personal treiner che ha fatto trasmissioni televisive come Famiglia extralarge, o Bob Harper, personal trainer in The Biggest Loser, dire “Dai, forza!”
Sul muro del resort in cui i concorrenti (grandi obesi) si allenano per perdere peso in modo massiccio, c’è una targa con le parole di Bob:
This isn’t about winning a game, it’s about fixing what’s broken.
per dire che alla fine tutto si fa per rimettere a posto i pezzi della nostra vita (salute, autostima, fiducia).

Con il mio blog voglio condividere con altri la mia esperienza e stimolare chi sente di dover fare dei cambiamenti.
Partite con fiducia ed entusiasmo e ditemi come sta andando!!

Navigazione articolo