Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “papille gustative.”

IL FRUTTO MIRACOLOSO

frutto miracolosoOrmai anche da noi arrivano più facilmente certi frutti esotici  o piante con particolari caratteristiche, perciò credo che sia bene ampliare le nostre conoscenze, in modo da essere preparati quando ci imbattiamo in qualche “novità”. (Non molto tempo fa non conoscevamo la stevia e adesso si sta diffondendo velocemente.)
Ecco perchè oggi vorrei parlare di una bacca africana, che viene usata per migliorare il sapore di certi cibi.
Ormai è appurato che i danni maggiori alla salute vengono dallo zucchero. Persino il colesterolo è collegato allo zucchero, perchè gli zuccheri stressano il fegato e un fegato malato produce più colesterolo.
Per evitare questi danni, specialmente l’innalzamento degli zuccheri nel sangue, sono nati i dolcificanti artificiali, che però non risolvono il problema in quanto il nostro cervello li percepisce come zuccheri normali e in più hanno un bel po’ di effetti collaterali. (vedi articoli Falsi amici: gli zuccheri dietetici e Gli zuccheri dietetici).
Per questi motivi si cercano rimedi naturali, come questa pianta che cresce in Africa Occidentale e che si chiama Synsepalum dulcificum, più comunemente chiamata frutto miracoloso.
Ne ha parlato Adam Gollner, autore del libro The Fruit Hunter: A Story of Nature, Obsession, Commerce and Adventure, al programma televisivo del Dott. Oz.
Questa pianta produce bacche rosse della grandezza di un acino d’uva, che all’interno hanno un unico seme.
La particolarità di questa bacca è quella di trasformare in bocca il gusto acido o amaro in dolce, cioè di riprogrammare le papille gustative.
La bocca contiene una glicoproteina, la miracolina, che si attacca ai ricettori di dolce. Quando l’ambiente è acido, la miracolina attiva il sapore dolce.
Dopo aver mangiato una bacca, cibi dal sapopre aspro come limone o aceto sembrano dolci. Questo è importante non solo perchè soddisfa il desiderio di dolci senza danni alla linea e alla salute, ma anche perchè rende più gradevoli certi cibi che fanno bene alla salute ma che non hanno un buon sapore perchè non contengono molti zuccheri. Per esempio l’aceto dimezza le calorie che si assumono e la bacca del frutto miracoloso lo rende più gradevole da assumere. Lo stesso per il limone, che regolarizza il funzionamento dell’intestino e contiene antiossidanti indispensabili per il nostro benessere.
L’effetto dura per un’ora circa dall’assunzione della bacca.
Un altra particolarità del frutto miracoloso è che non essendo una proteina metabolizzata con l’azione dell’insulina, può essere una valida alternativa ai dolcificanti per i diabetici.
Non si è parlato molto di questo frutto finora perchè ha una vita commerciale breve. Questa pianta ha difficoltà ad ambientarsi al di fuori del terreno acido dell’Africa Occidentale.

Sembra, però, che abbiano trovato il sistema per conservarlo e quindi per esportarlo, quindi teniamolo d’occhio!.

Annunci

PAPILLE GUSTATIVE RESPONSABILI DEL NOSTRO PESO CORPOREO

PAPILLE GUSTATIVELe papille gustative sono individuali, come le impronte digitali.
Sono variabili e sono loro a indicare che tipo di cibo ci piace di più.
Se la nostra lingua ne possiede tante, il sapore del cibo rimane in bocca più a lungo e  ne serve una minore quantità per appagarci.

Al contrario, se abbiamo poche papille gustative il sapore non si sofferma abbastanza e il nostro corpo chiede più cibo, insoddisfatto.
Infatti sembra che le persone con poche papille gustative o con papille meno sensibili tendono ad essere più pesanti, a differenza di chi ha molte papille gustative o più sensibili, che generalmente è più magro.

Per sapere come sono le vostre papille provate questo test:
tritate un peperoncino e assaggiatelo. A seconda di quanto vi brucia, potete capire qual è la sensibilità delle vostre papille.

Il fumo di sigaretta desensibilizza le papille gustative.
Anche mangiare troppi grassi può rovinare la sensibilità della lingua. Per risensibilizzarla bisogna fare attenzione ai grassi buoni (per esempio quelli contenuti nella frutta secca, nel pesce e nell’olio d’oliva), e a quelli cattivi (di origine animale).
Dovremmo sostituire i grassi nocivi (saturi) con alternative non grasse, per esempio usando l’avocado al posto della maionese o la purea di mele, che insaporisce i piatti senza l’uso di grassi.
Inoltre per mangiare meno grassi dovremmo usare spezie come cannella, curcuma e zenzero, che danno sapore ai cibi.

Per mantenere il peso sotto controllo dobbiamo mantenere la nostra lingua sensibile!!

Navigazione articolo