Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “idratazione”

10 REGOLE PER LA TUA DIETA

imagesL0PAJCUIPer qualche motivo prima o poi ci capita di stare a dieta e affrontarla con consapevolezza può facilitarci le cose.
Ho trovato queste regole nel libro di Michael Mosley “The fast diet” (5:2), ma credo che si possano applicare a tutte le diete e specialmente a quelle che prevedono una restrizione calorica. Per la buona riuscita di una dieta è importante la preparazione psicologica, ecco perché mi affretto a farle conoscere a chi volesse cominciare il suo percorso:

1) Sii realistico e fatti un piano. Tieni un diario in cui annotare i tuoi pasti, l’attività fisica, le sensazioni e cerca di scrivere 3 cose buone successe nella giornata: è un messaggio di benessere.
2) Trova un compagno di dieta, per sostenervi a vicenda.
3) Cucina nei giorni in cui non devi contare le calorie (o comunque lontano dall’ora di pranzo), così non avrai tentazioni. Pulisci la casa dai cibi non permessi.
4) Controlla le porzioni e le calorie. Mangia lentamente e mastica a lungo. Hai solo 500 (o 1500) calorie, goditele! Non contare le calorie nei giorni “liberi”, avrai cose più importanti da fare.
5) Se ti sembra di avere fame, aspetta prima di mangiare almeno 10-15 minuti, per vedere se la fame persiste. Se proprio devi mangiare, scegli qualcosa con un basso indice glicemico, che non alza la glicemia (carote a julienne, popcorn, fette di mela o frutti di bosco), ma non “becchettare” tutto il giorno (le calorie si alzano e la tua dieta sarà compromessa). Nei giorni liberi mangia con criterio, non riempiti.
6) Resta occupato. Noi umani cerchiamo qualcosa da fare tra i pasti diceva Leonard Cohen, quindi riempi la tua giornata, non il tuo piatto. Fai qualcosa che ti interessa. La distrazione è la tua migliore difesa dall’industria alimentare (che ti tenta continuamente).
7) Resta idratato: infusi, acqua minerale gassata o dal rubinetto. Molta acqua viene dal cibo e diminuendo il cibo diminuisce anche l’acqua. Cerca di compensare. Controlla il colore dell’urina, deve essere chiaro. La bocca asciutta è un sintomo di distrazione. In più l’acqua riempie la pancia, almeno per un po’. Non confondere la sete con la fame.
8) Non controllare il peso troppo spesso. Anche se non vedi calo di peso, avrai sicuramente altri benefici per la salute a lungo termine.
9) Sii cauto, se ti sembra sbagliato fermati. La dieta deve essere flessibile e indulgente. Chi vuole vivere di più se la vita è miserabile?
10) Congratulati con te stesso. Ogni giorno di dieta completato significa una potenziale perdita di peso e salute guadagnata. Stai già vincendo!

 

 

 

Annunci

COSA SUCCEDE QUANDO BEVI ACQUA?

WIN_20140513_165301Ho sempre considerato l’acqua un bene prezioso e ne ho parlato in alcuni articoli (L’acqua, il miglior diuretico naturale, Sai quanta acqua bere?), ma oggi ho saputo che non bere abbastanza può addirittura far aumentare il colesterolo!
Il biochimico Ralph Vornehm ha condotto ricerche sulla componente di acqua di ogni organo del corpo umano. Il cervello contiene 90% di acqua, e si spiega così la sua capacità di trasmettere le informazioni a tutti gli organi del corpo con una velocità sbalorditiva. Quando non beviamo acqua, i neurotrasmettitori disidratati non inviano più correttamente i messaggi, compreso quello della sete, che è il modo che il nostro organismo ha di chiederci da bere. La mancanza di acqua comincia a “consumare” il corpo, che lancia segnali d’allarme con mal di testa, gola, orecchie, secchezza degli occhi, tachicardia ecc.
“Le cellule del nostro corpo non si toccano tra di loro, perché nuotano nell’acqua, come anche i nervi” – spiega R. Vornehm. Le cellule comunicano tra di loro con un sistema di tipo bio-laser. Esiste un tipo di acqua all’interno della cellula e un altro al suo esterno. Lo scambio tra le due purifica la cellula e la aiuta a funzionare correttamente. Se non beviamo regolarmente, le cellule si intossicano.
Quando la membrana di una cellula non è idratata, il corpo scatena un meccanismo di difesa usando il colesterolo. La membrana si riveste di una pellicola protettiva, come una crema (colesterolo), che le impedisce di seccare. Questo significa che il colesterolo aumenta a causa della disidratazione. Infatti gli studi hanno dimostrato che nel 90% dei casi il colesterolo scade se si beve correttamente in un intervallo di 21 giorni.
Ralph Vornehm sostiene che le cellule disidratate si trovano in una specie di sfera oscura e cominciano a mutare, finché si arriva al cancro. Gli studi effettuati sulle cellule cancerogene hanno concluso che queste non comunicano più tra di loro.
Anche le ossa e le cartilagini sono composte per lo più di acqua e quando sono disidratate cominciano a “scricchiolare”.
L’acqua è importante anche per la digestione. Come sappiamo, dopo aver mangiato il sangue è impegnato nel processo digestivo (anche per questo fare dello sport dopo mangiato può rallentare o bloccare la digestione). Il sangue è composto per l’80% di acqua e per un corretto processo digestivo il sangue deve essere idratato prima del pasto, altrimenti si ispessisce e per idratarsi prende acqua dagli organi vitali. Questo si può evitare  bevendo un bel bicchiere d’acqua mezz’ora prima del pasto. Nel nostro corpo ogni cellula lotta per mantenere la propria vita e questo si riflette sull’intero organismo.
In Giappone è molto comune bere appena svegli, dovremmo prendere anche noi questa sana abitudine!
(Io aggiungo anche succo di limone.)

ENERGIZZANTI NATURALI

bevanda energizzanteTutti sono d’accordo che dobbiamo bere tanto.
Chris Powell, nel suo libro Choose to lose, dice che idealmente si dovrebbe arrivare a 1 gallone al giorno, cioè circa 4 litri!!
(Per una quantità più “fattibile” guardate il post Sai quanta acqua bere?)
Certo è che d’estate la necessità di bere aumenta perchè fa caldo e si suda, specialmente se si pratica attività fisica.
Paradossalmente, se si è disidratati aumenta la ritenzione idrica e ci si sente più gonfi. (Il corpo corre ai ripari e si fa delle scorte).
Abbiamo visto che l’acqua aiuta anche a dimagrire perchè attiva alcuni processi metabolici essenziali nel processo dimagrante e l’organismo brucia calorie nel riscaldare l’acqua che beviamo per portarla alla nostra temperatura. (Ecco perchè le bevande fresche vanno meglio).
Un altro ruolo importante dell’acqua è quello di limitare la produzione del cortisolo, l’ormone dello stress, che fa aumentare il grasso addominale. Questo ormone causa la diminuzione della massa muscolare (trasforma i muscoli in glucosio, anzichè usare il grasso corporeo come fonte di energia).
In più spesso il nostro organismo confonde il senso di sete con quello di fame, quindi quando sentiamo un languorino faremo bene a bere un bicchiere d’acqua.
Nella trasmissione del Dr. Oz,  Lisa Lynn, esperta in fitness e perdita di peso, ha suggerito alcune bevande energizzanti naturali, in alternativa alle bevande energetiche disponibili in commercio (che possono avere effetti collaterali – vedi post precedente).
Queste bevande idratano (se siamo disidratati ci sentiamo esausti e il metabolismo tende a rallentare) e alcune sono particolarmente energetiche, specialmente per quando il caldo ci fa abbassare molto la pressione sanguigna:

SPRITZ AGLI AGRUMI. In una caraffa si mette acqua insieme con due limoni e un lime tagliati a fette. Si lascia nel frigo per almeno tre ore (anche tutta la notte), in modo che gli agrumi lascino tutto il loro aroma, e si beve durante la giornata.
Questa bevanda si può preparare anche con fette di ananas e menta fresca, oppure con fette di mela e cannella (che accelera il metabolismo).
Congelare la vostra frutta preferita e all’ocorrenza mettere i cubelli nell’acqua può rendere più gradevole la necessità di idratarsi.

YERBA MATE. Si usa molto in Sudamerica, ma si trova facilmente nelle nostre erboristerie, ed è una bevanda miracolosa perchè contiene una sostanza simile alla caffeina e un alcaloide chiamato teobromina, che migliora l’umore.
Si può preparare (sotto forma di infuso) e portare in ufficio in un termos.

MISCELA CON GLUTAMMINA. Dà energia per molto tempo perchè non porta a un picco di energia e al successivo inevitabile crollo, come succede con altri energizzanti.
Si prepara con mezza tazza di acqua fredda, 2 misurini di preparato di proteine al cioccolato in polvere, un cucchiaino di caffè macinato, 5 cubetti di ghiaccio e 500 mg di glutammina.
Sembra che sopra i 45 anni sia necessario assumere 500 mg di glutammina ogni giorno.
Ha un sapore gradevole, simile al mocaccino.

La glutammina si trova anche online a circa 15 euro per 500 g.

Sono bevande dissetanti, idratanti, energetiche, gradevoli, non contengono zuccheri e hanno un costo basso!

Navigazione articolo