Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “Fagioli”

IL FEGATO, LA NOSTRA CENTRALE DEPURATIVA

imagesCASKYD5NIl fegato è il nostro organo più grande. Pesa 1,5 kg.  Sarà per questo che è spesso chiamato in causa: se sei coraggioso si dice che hai fegato, se sei invidioso stai “rosicando” e sembra che sempre sul fegato vadano a finire le conseguenze… Anche la mitologia greca l’ha preso di mira: Prometeo, punito dagli dei perché aveva rivelato agli uomini il segreto del fuoco,  è stato incatenato a una roccia e ogni giorno un avvoltoio veniva a cibarsi del suo fegato, che puntualmente ricresceva, prolungando lo strazio.
Non so (ancora) per quale motivo il fegato ha attirato tanta attenzione, ma so che è un organo estremamente importante per il nostro organismo, perché lotta notte e giorno per filtrare tutte le tossine che gli diamo, più o meno consapevolmente.
Le principali arrivano dalla nostra dieta. Anche seguendo un’alimentazione sana, il fegato trova delle tossine da espellere e lo fa instancabilmente. I dolci, i grassi di origine animale, l’alcol e le medicine che assumiamo appesantiscono il nostro fegato e lo costringono a un superlavoro. Col tempo non è più in grado di svolgere bene il suo lavoro e arrivano delle malattie come diabete, fegato grasso, cirrosi ecc.
Per questo è importante prendersi cura del fegato prima che si ammali. Anche quando si comincia una dieta dimagrante si parte dalla depurazione del fegato, perché un fegato sano svolge meglio le sue funzioni metaboliche.
Una disintossicazione del nostro organismo, e in particolare del fegato, prevede l’eliminazione dei cibi di origine animale (troppo ricchi di grassi saturi e di sostanze inquinanti con cui gli animali sono venuti in contatto), per almeno qualche giorno. In questo periodo l’alimentazione dovrà essere a base di vegetali, specialmente crudi.
Il Dott. Fuhrman suggerisce i funghi al posto della carne (vedi post). I fagioli sono indicati in questo periodo, perché ricchi di proteine e di carboidrati buoni. I porri e le cipolle stimolano la diuresi, facilitando l’eliminazione delle tossine.  I frutti di bosco sono preziosi, perché ricchissimi di antiossidanti.

Anche Dr. Oz suggerisce alcuni rimedi per aiutare questo nostro organo vitale:
– Al mattino, al risveglio, bere un bicchiere d’acqua calda con succo di limone e due spruzzi di salsa piccante. La vitamina C del limone contiene antiossidanti, che aiutano il fegato a depurarsi e la capseicina della salsa piccante accelera il metabolismo, affrettando questo processo.
– Mangiare almeno 3 porzioni di verdura amara alla settimana, come rucola, indivia, spinaci e crucifere (broccoli, verza, cavolfiore, cavolini di Bruxelles ecc.). Le verdure amare aiutano il fegato a disintossicarsi perché aumentano la produzione di bile, che viene espulsa insieme alle tossine.

Per aiutare ulteriormente il vostro fegato a disintossicarsi, potete prendere un estratto di cardo mariano oppure di carciofo, che trovate in erboristeria o in farmacia.

Fagioli della salute

Oggi ho cucinato i fagioli, che  Dr. Mehmet Oz ci raccomanda sempre di mangiare spesso.
I FAGIOLI sono arrivati da noi dopo la scoperta dell’America. Sono considerati la carne dei poveri, perché hanno un alto contenuto proteico. Sono ricchi di carboidrati, poveri di grassi, non contengono colesterolo, contengono minerali come calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, selenio e vitamine. Inoltre contengono fibre, che sono molto utili per il transito intestinale e hanno un potere saziante altrettanto utile per la nostra linea. Non vanno mangiati crudi, (ammesso che a qualcuno salti in mente di farlo), a causa degli enzimi che contengono. Cotti invece aiutano a mantenere bassi i livelli ematici della glicemia, del colesterolo e dei trigliceridi e a prevenire l’aterosclerosi e le malattie cardiovascolari.
Per potenziare il loro valore nutrizionale vanno associati con le proteine dei cereali (pane integrale o ai cereali, riso, pasta integrale).
Ecco la mia ricetta di oggi:
Ho messo i fagioli in ammollo per tutta la notte, poi li ho scolati, lavati e messi a bollire. Dopo qualche bollore ho buttato l’acqua e li ho rimessi a bollire con acqua calda. Qualcuno fa più volte questa operazione, in modo che i fagioli non abbiano effetti collaterali sull’intestino. Allo stesso scopo io ho aggiunto nell’acqua un pezzo (3-4 cm) di alga Wakame (vanno bene anche le alghe Kombu).
Le ALGHE hanno un odore penetrante, all’inizio, vi sembra di stare sugli scogli, ma cotte non hanno più quel gusto e odore caratteristici. Appena si reidratano si allargano, il pezzetto diventa “importante”, ma non preoccupatevi. Le potete togliere alla fine, se volete. Io i primi tempi ho preferito sminuzzarle o frullarle con un po’ di liquido, da non vederle più. Adesso non ci faccio più caso, tanto cuocendo si sminuzzano da sole. Inoltre le alghe sono un alimento prezioso, ricchissime di minerali più digeribili in assoluto. Alcalinizzano il sangue rimuovendo gli acidi e metalli tossici e potenziano l’energia mentale.
Se intendete cucinare fagioli in umido (alla Bud Spencer), mettete poca acqua, cioè che li copra bene, e piuttosto la aggiungete a poco a poco. Se invece sbagliate e ne mettete troppa, come me, fate diventare il vostro piatto una deliziosa zuppa di fagioli.
Mentre i fagioli cuocevano,  in una pentola a parte ho preparato un soffritto: ho messo un po’ d’olio e un po’ d’acqua, ho fatto appassire una cipolla tagliata finemente, ho aggiunto una carota e del sedano a pezzettini e ho fatto cuocere per qualche minuto. Ho aggiunto della salsa di pomodoro e ho continuato la cottura.
Nel frattempo i fagioli  sono diventati teneri e li ho versati sopra il soffritto e il pomodoro. Ho fatto cuocere finché sono rimasti della giusta consistenza, con qualche foglia di alloro, peperoncino e pepe nero.
Io ho imparato ad apprezzare anche altri gusti esotici, quindi ho aggiunto coriandolo, cumino, curcuma e zenzero. Mentre il mio cibo cuoceva venivano su certi effluvi che mi sembrava di stare a Camden Town, così ho viaggiato un po’  con la fantasia 🙂

Navigazione articolo