Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “Deepak Chopra”

SAI QUANTA ACQUA BERE?

Sapete che siamo fatti per il 70% di acqua?Bere acqua per dimagrire
Durante il giorno, e anche la notte, ne perdiamo molta attraverso il sudore, l’urina e il fiato e quindi dobbiamo avere cura di reintegrarla costantemente.
Se durante il giorno avete desiderio di dolci, mal di testa nel pomeriggio oppure una stanchezza inspiegabile, potrebbe darsi che siate disidratati.
Certi cibi come le proteine animali, le bevande gassate o il caffè rendono il nostro sangue più acido e l’acqua lava via le tossine dal nostro organismo.
Inoltre l’acqua accelera il metabolismo e questo significa che bruciamo più calorie ed è quello che la maggior parte di noi vuole!
Margherita Enrico, nel suo libro La scienza della giovinezza, dà persino la formula per trovare quanta acqua dobbiamo bere:

La vostra altezza in centimetri più il vostro peso in chili, diviso cento.
Per esempio se siete alti 170 cm e pesate 70 kg, dovreste bere 2,4 litri al giorno (170+70:100).

Deepak Chopra  e lo yogi Cameron Alborzian consigliano di bere un bicchiere d’acqua calda al risveglio, secondo la tradizione ayurvedica. Questo aiuta il nostro corpo a risvegliarsi dolcemente, come se ricevesse un bel massaggio. In più l’acqua calda calma l’appetito. Infatti quando si sta seguendo una dieta dimagrante e arriva un languorino è bene bere un bicchiere di acqua calda.

Doctor Oz consiglia un bicchiere di acqua calda con uno spicchio di limone al risveglio, per stimolare il tratto gastrointestinale e la peristalsi, e aspettare 30 minuti prima di fare colazione.

Dobbiamo avere sempre con noi una bottiglia d’acqua e sorseggiare spesso. Se l’acqua non è molto invitante per voi potete darle sapore aggiungendo fette di limone o lime (post Bevanda bruciagrassi), qualcuno ama il sapore del cetriolo,  oppure potete prepararvi delle tisane o del tè verde.
Io aggiungo zenzero fresco all’acqua, che dà un sapore molto gradevole, oltre le sue molteplici proprietà benefiche (è antiossidante, antinfiammatorio, ipotensore, disinfettante).

Annunci

DIMAGRIRE CON LA MEDITAZIONE

meditazione
Il guru della medicina alternativa Deepak Chopra ha scritto più di 60 libri in cui alla base c’è il collegamento tra la mente e il corpo.
In un post precedente, Medicina alternativa, ho parlato del suo piano per rallentare l’invecchiamento.
Un punto di questo piano si riferiva al controllo dello stress, e quindi del peso corporeo, attraverso la meditazione.
Se avete una dieta disordinata, mancanza di volontà o avete difficoltà a controllare le porzioni, provate con la meditazione, che ristabilisce l’autocontrollo. Serve volontà, determinazione ma soprattutto consapevolezza di ciò che avviene nel nostro corpo.
Ci cono due ragioni fondamentali per cui ingeriamo cibo. La prima è per fame fisica, la seconda è per fame emotiva. Se ingeriamo cibo per soddisfare la fame emotiva ingrassiamo.
Uno stomaco vuoto e affamato ha le dimensioni di un pugno chiuso. Se ingeriamo 2 palmi di cibo (come quando vuoi prendere qualcosa tra le mani) riempiamo lo stomaco per 2 terzi, ci sentiamo energici e la fame si placa.
In un soggetto stressato le ghiandole surrenali cominciano a rilasciare adrenalina nell’organismo, quindi il cuore batte più velocemente e il soggetto è più nervoso, comincia a sudare e le pupille si dilatano. Tutto questo è dovuto a un istinto primordiale, legato allo scontro con le bestie  selvagge. Lo stress cronico viene interpretato come fame perchè il nostro corpo si prepara per affrontare il pericolo e si mette da parte riserve di energia.
Con lo stress cronico il rilascio continuo degli steroidi causa un aumento dello strato di grasso sullo stomaco e intorno agli organi interni.

La meditazione è una forza che ristabilisce l’equilibrio interno abbassando il livello di steroidi e il grasso accumulato.
La meditazione richiede solo 5 minuti del nostro tempo e potrebbe avere un impatto notevole sulla nostra vita.
Chopra dice di fare così:
– appoggiate i piedi a terra, senza incrociarli.
– rivolgete i palmi delle mani verso l’alto, per ricevere energia.
– chiudete gli occhi…
– focalizzate la vostra attenzione sul cuore e per qualche secondo provate gratitudine pensando a tutte le vostre fortune, perchè abbiamo tanti motivi per essere grati alla vita.
– mantenete l’attenzione sul cuore e ponetevi poche e semplici domande: chi sono? Non cercate la risposta, limitatevi a porre la domanda, sarà il cuore a rispondere. Che cosa voglio? Qual è il mio obiettivo? Cosa mi rende felice?
– ora liberatevi dai pensieri e osservate solo le sensazioni del vostro corpo, prendendo semplicemente consapevolezza.
– non aprite gli occhi. Riportate l’attenzione sul cuore e provate a sentire il battito cardiaco come un suono o una sensazione.
– rilassate il vostro corpo… Se volete potete sbadigliare o stiracchiarvi… e …aprite gli occhi.

Deepak Chopra spiega gli effetti che ha la meditazione sull’organismo:
– sedendosi rilassati e cercando di sentire gratitudine e amore per ciò che ci rende felici nella vita, i neuroni presenti nel sistema limbico, dove risiedono le emozioni, cominciano ad attivarsi. I neuroni che si attivano insieme si connettono, quindi si sta riprogrammando il sistema limbico per l’appagamento emotivo. Si stanno avviando due processi chiamati neurogenesi e sinapsogenesi, scientificamente provati grazie alla risonanza magnetica.
– ponendosi delle domande si attiva la corteccia prefrontale, la parte del cervello responsabile della coordinazione e del pensiero. Anche in questo caso si sono stabilite nuove sinapsi tra i neuroni.
– sentendo le sensazioni del nostro corpo si è stimolata una parte del cervello chiamata corteccia somato sensoriale, dove monitoriamo le nostre esperienze, che è stata resa più coerente.
– in fine, concentrando l’attenzione sul nostro cuore , sentendone i battiti come un suono o una sensazione, la pressione sanguigna si abbassa in modo significativo.

Proviamo anche noi!

MEDICINA ALTERNATIVA

In questi giorni allo show televisivo del Dott. Oz si è parlato della medicina alternativa.Deepak Chopra
Le medicine tradizionali hanno sempre effetti collaterali e io sono affascinata da tutto quello che può aiutare il nostro organismo a essere sano
ed equilibrato, quindi non mi sono persa una parola.

E’ intervenuto Deepak Chopra, una star della medicina alternativa, che ha scritto più di 60 libri con i quali vuole rivoluzionare l’approccio a una delle preoccupazioni di tutti: l’invecchiamento.
Deepak Chopra è l’anello di congiunzione tra le antiche dottrine e la medicina moderna e ci permette di raggiungere nuovi livelli di conoscenza, lavorando sul collegamento tra mente e corpo.

Secondo lui i pensieri influiscono sulla nostra salute fisica: la forza del pensiero condiziona le nostre emozioni e i processi biologici, per questo è molto importante sapere che l’uomo ha il potenziale per riconnettere le funzioni cerebrali, che è il modo migliore per guarire.

Secondo Chopra è possibile rallentare l’invecchiamento.
Abbiamo circa 500 geni che influiscono sulle infiammazioni, sui disturbi cardiaci e su alcune tipologie di cancro e in 4 mesi possiamo migliorare o peggiorare le nostre condizioni.

L’errore più grande, dice Chopra, è pensare che esista una pillola magica in grado di risolvere il problema. La guarigione parte sempre da dentro e richiede tempo e impegno.
Il modo in cui interagiamo con l’ambiente, in cui pensiamo, in cui ci comportiamo, in cui ci relazioniamo gli uni con gli altri può attivare i geni buoni o i geni cattivi.
Il più importante è quello dei disturbi cardiaci, dei problemi cardiovascolari e delle infiammazioni in genere, che è legato a molti altri disturbi, tra cui le malattie autoimmuni o alcune tipologie di cancro.

Il suo programma per bloccare il processo di invecchiamento è articolato in 4 punti principali:

1) Imparare a gestire lo stress.
Lo stress influisce su tutto, porta a comportamenti di dipendenza e contribuisce all’insorgere di patologie come cancro, infezioni, disturbi cardiaci.
Con lo stress le ghiandole surrenali rilasciano ormoni che intervengono su moltissime funzioni vitali, tra cui il funzionamento neuronale. All’interno dei neuroni è contenuto il DNA.
I cromosomi  hanno delle terminazioni, chiamate telomeri. Ogni volta che l’organismo riproduce le cellule già esistenti, specie col passare degli anni, i telomeri si consumano. Con lo stress si accorciano sempre di più e il DNA si logora. Se si perde la capacità di rigenerare le zone che si sfaldano, i geni del DNA finiscono col disfarsi e quando si sfaldano l’organismo invecchia.

Una tecnica per gestire lo stress è la respirazione.
Deepak Chopra ci insegna degli esercizi di respirazione: usate il pollice, il medio e l’anulare. Mettete il pollice sulla narice destra e inspirate profondamente dalla narice sinistra. Espirate poi mettete il medio e l’anulare sulla narice sinistra e inspirate profondamente dalla narice destra. Continuate alternando, meglio ancora ad occhi chiusi.
Questo tipo di respirazione crea un equilibrio tra il sistema nervoso simpatico e quello parasimpatico, evitando che prevalga uno solo. Se prevale il sistema nervoso parasimpatico sopraggiunge lo stress.

2) Fare attenzione alla dieta alimentare. Bisogna prediligere i cibi freschi ed evitare i cibi morti (dolci, cibi pronti in scatola), che non sprigionano energia vitale, quella che proviene dal sole. Il segreto è scegliere cibi che sono in contatto diretto con l’energia che dà la vita al nostro pianeta.
Dobbiamo fare attenzione ai 6 sapori della vita e ai 7 colori dell’arcobaleno, così assorbiamo le informazioni dell’universo nel nostro organismo e metabolizziamo quelle informazioni nei nostri processi biologici.
I sapori dolce, aspro e salato abbassano il metabolismo. Se nella nostra dieta prevalgono questi 3 sapori, il metabolismo è rallentato.
Eppure ce n’è bisogno in piccole dosi, altrimenti ci sentiamo insoddisfatti. Quindi è bene ridurre il sapore aspro e associarlo a cibi fondamentali, come yogurt, succo d’arancia, mirtilli, more, frutti di bosco in genere, che contengono antiossidanti e hanno un’alta concentrazione di sostanze fitochimiche, dagli effetti antinfiammatori e anticancerogeni, quindi indispensabili.
Anche il salato è importante entro certi limiti, perchè aiuta a mantenere la pressione sanguigna a livelli normali.
Il sapore pungente, come quello dei ravanelli, dello zenzero, rafano, spezie, mostarda, hanno poteri antinfiammatori e velocizzano il metabolismo.
Se volete dimagrire focalizzatevi sul pungente, sull’amaro, sui cibi gialli e verdi (peperoni, spinaci).
Il sapore astringente, che impasta e secca la lingua (come quello del tè verde, dei fichi, lenticchie, funghi, tè nero) accelerano il metabolismo ed è importante per chi vuole dimagrire.

3) Sonno. La qualità del sonno è fondamentale. Molta gente dorme condizionata da sonniferi o alcool, ma questo sonno non dà riposo all’organismo. Bisogna dormire dalle 6 alle 8 ore, nell’intervallo ottimale dalle 10 di sera alle 6 del mattino, perchè in questo modo ci armonizziamo ai ritmi dell’universo. Il segreto per dormire bene è consumare una cena leggera prima delle 19-19,30, idealmente prima del tramonto, fare una passeggiata dopo cena e andare a letto verso le 22-22,30. Tutte le ore che guadagnamo prima di mezzanotte migliorano la qualità del sonno.
Un altro segreto è annotare i nostri pensieri, qualunque cosa, per liberarci dallo stress e dormire meglio.

4) Complementi nutrizionali (integratori), per bloccare i segni dell’invecchiamento:
– Aspirina, specialmente dopo i 40 anni, che ha ottime proprieta’ antinfiammatorie.
– Vitamine (eventuialmente dividete la pastiglia in due, da prendere la mattina e la sera).
– Olio di pesce, ricco di grassi Omega 3.
– Vitamina D3, eventualmente adizionata a magnesio e calcio.

Navigazione articolo