Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “crusca”

LE MEDICINE NELL’ORTO

Oggi allo show televisivo del Dr. Oz hanno parlato degli alimenti come
strumento di prevenzione delle malattie.crucifere

Al top per le loro proprietà anticancerogene sono le crucifere, ricche di sulforafano, un potente antiossidante. Dalla famiglia delle crucifere fanno parte i cavoli, i cavolfiori, i broccoli, i cavolini di Bruxelles e anche la rucola.
Una buona abitudine sarebbe quella di consumare germogli di broccoli. I germogli in generale hanno un’alta concentrazione di nutrienti. Per esempio una minima quantità di germogli di broccoli contiene un quntitativo di sulforafano pari a mezzo ghilogrammo di broccoli maturi.

Un’altra categoria di cibi antitumorali è quella dei folati, vitamine del gruppo B indispensabili alla formazione dei globuli rossi e per altre reazioni biochimiche. Contengono acido folico le uova, gli spinaci, gli asparagi e le arance. I folati aiutano a riparare i danni al DNA, la nostra matrice genetica, la struttura cellulare in cui si possono verificare dei danni che portano a malattie anche gravi, come il cancro.
Studi effettuati hanno evidenziato che le donne con un alto livello di acido folico hanno una riduzione del 44% del rischio di sviluppare il cancro al seno.
Le lenticchie verdi germinate sono una fonte preziosa di acido folico.  L’aggiunta di pomodoro esalta le loro proprietà. Si cuociono velocemente (5minuti) e costano poco. Sono facili da digerire e contengono anche fibra.
Se non le trovate già pronte (essicate), si possono preparare in casa. Ecco il procedimento:
– Si  lavano 100 g di lenticchie verdi e si mettono a bagno  per tutta la notte.
– Al mattino si sciacquano e si stendono su un piatto piano un po’ grande.
– Si coprono con un panno. Eventualmente usate un supporto in modo che il panno non tocchi le lenticchie.
– Si spruzzano d’acqua tre volte al giorno. Evitate il ristagno d’acqua.
– Dopo un paio di giorni saranno germinate e si possono cucinare, per esempio a minestrone.

Se continuate a bagnarle cresceranno i germogli e dopo altri 2-3 giorni saranno lunghi abbastanza per consumarli appena saltati in padella e aggiunti alle vostre minestre di verdura o all’insalata.

Le fibre sono uno straordinario strumento di prevenzione tumorale, tra i migliori. Sono la nostra dose quotidiana di prevenzione. Alimenti che contengono fibra sono i frutti di bosco, le pere, le fragole, i lamponi, la crusca, l’avena.

Ecco un piacevole modo per assumere delle fibre: mescolare l’avena con cannella, buccia d’arancia grattugiata (bio), e semi di lino o semi di chia bianca, ricchi di acidi Omega 3 e di antiossidanti. Un solo cucchiaio di questo mix fornisce al nostro organismo 5 g di fibra.
La dose giornaliera di fibra da assumere dovrebbe essere di 30-35g.

PELLE FRESCA E LUMINOSA PER LE FESTE

Pere avere una pelle più luminosa si devono allontanare periodicamente le cellule morte con l’aiuto di maschere leggermente abrasive.

Eccone alcune:

– Maschera esfoliante: mescolare 1 cucchiaio di miele con 1 cucchiaio di zucchero. Applicare la maschera con movimenti circolari e insistere su mento, fronte e lati del naso. Per la pelle grassa o con acne si può aggiungere qualche goccia di limone. Risciacquare con acqua tiepida.

– Un’altra maschera a effetto scrub si può fare mescolando 1 cucchiaio di miele con farina di mais finchè si ottiene un impasto facile da spalmare e applicare con movimenti circolari, come prima.

– Maschera a effetto peeling che idrata la pelle contemporaneamente si ottiene schiacciando 10 fragole mature in una ciotolina e aggiungere 2 cucchiai di crusca. Se l’impasto risulta troppo acquoso, aggiungere un po’ di farina, finchè si ottiene una crema spalmabile. Stendere la crema ottenuta su viso e collo e lasciarla in posa per 15-20 minuti, bagnare le dita e cominciare a effettuare un massaggio con movimenti circolari, poi sciacquare con acqua tiepida.

– Maschera esfoliante antiossidante: si grattugia dello zenzero fresco e si mescola con un po’ di solfato di magnesio e succo di lime. Si massaggia delicatamente sul viso e collo, poi si lava con acqua tiepida.

Dopo aver sciacquato la maschera si asciuga la pelle e si applica la crema idratante o nutriente, a seconda del momento della giornata in cui avete fatto il trattamento.

Le maschere esfolianti lasciano la pelle fresca e luminosa e si dovrebbero fare 1-2 volte la settimana.

Navigazione articolo