Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “cosce”

AGGIUNGERE PER TOGLIERE

untitled
 Aggiungere per togliere è il nuovo motto di Chris Powell, esperto in dimagrimento, autore di Choose to Lose e del programma di dimagrimento Extreme Makeover,  spesso ospite  nel programma televisivo del Dr. Oz.
Quello che dobbiamo  aggiungere è massa muscolare, per poter togliere  i chili di troppo.
Si sa che per vivere meglio dobbiamo mantenere il peso forma. Anche solo 5 chili in più, ci fanno aumentare di una taglia o due, ci fanno sentire più impacciati, fanno diminuire la nostra autostima, ci rendono meno agili, fanno affaticare le gambe  e portano col tempo ad alterazione di  valori nel sangue, come l’aumento dei trigliceridi, colesterolo cattivo LDL e glicemia.
Per mantenere il peso forma dobbiamo curare la nostra alimentazione (prediligendo frutta e verdura, cereali integrali, proteine magre e grassi di origine vegetale) e praticare esercizio fisico (che farà aumentare la nostra resistenza e ci darà energia e buonumore).
In più praticare esercizio fisico farà aumentare la nostra massa muscolare. I muscoli sono quelli che bruciano le calorie che ingeriamo con il cibo, sono la nostra fornace, ecco perché più sono sviluppati e più consumano energia! In questo modo non dobbiamo ridurre drasticamente le calorie se vogliamo dimagrire. Inoltre ridurre troppo le calorie è contro producente, perché il nostrountitled (2) organismo percepisce una carestia in arrivo e farà di tutto per risparmiare la riserva di grasso che ha, rallentando il metabolismo.
Per aumentare la massa muscolare, Chris Powell suggerisce quattro esercizi che interessano le fasce muscolari più grandi del corpo (glutei, cosce, addome, braccia):
10 jumping jack: in piedi, gambe unite, mani lungo i fianchi. Saltate aprendo le gambe e portando le braccia in alto. Con un altro salto tornate nella posizione iniziale.
– 10 squats: con le gambe divaricate, piegate le ginocchia fino a quando le cosce sono parallele al pavimento e ritornate nella posizione iniziale. Questo esercizio è particolarmente indicato per rimodellare i glutei!
10 addominali: seduti su una sedia stabile, tenetevi con le mani alla sedia e portate le ginocchia al petto, poi ritornate nella posizione iniziale.
– 10 “alzate“: camminate sul posto alzando il più possibile il ginocchio verso il petto, per 10 volte con ciascuna gamba.
Questa è una serie da 10 ripetizioni per ciascun esercizio. Ripetete gli esercizi per un totale di 4-5 serie. Anche se vi sembrano tanti,
questi esercizi non richiedono più di 5 minuti e si possono eseguire in qualsiasi posto, anche nella pausa caffè in ufficio o durante i lavori di casa o durante la pubblicità e potete coinvolgere anche i bambini, in una specie di gioco. Quindi non ci sono scuse!
Oltretutto questi esercizi fanno aumentare i battiti cardiaci e vi aiuteranno a bruciare di più!
Dovete solo armarvi di buona volontà e ricordatevi che  dovete sentire un po’ di fatica e di dolore: significa che sta funzionando!
Annunci

FONDOSCHIENA GENEROSO

fondoschiena generosoDal programma televisivo del Dr.Oz ho saputo che il grasso corporeo, a seconda di dov’è localizzato, richiede una dieta diversa!
Per esempio un fondoschiena più “morbido” richiede una dieta più ricca di carboidrati, mentre il grasso sull’addome richiede una dieta più ricca di proteine.
Il grasso accumulato sui glutei e sulle cosce é un grasso meno pericoloso del grasso accumulato sulla pancia perchè è un grasso sottocutaneo, che non avvolge organi vitali.
Questo grasso però è più difficile da eliminare perchè in questa zona ci sono pochi vasi sanguigni e quindi c’è meno afflusso di sangue per scomporre il grasso.
A differenza di chi ha problemi di grasso addominale, per il fondoschiena il problema non è tanto dei carboidrati, ma della metabolizzazione dei grassi, quindi  l’alimentazione deve essere più ricca di carboidrati.
Non pensate subito alle lasagne! Si tratta sempre di carboidrati complessi (cereali integrali, frutta e verdura), che forniscono un’energia costante, a lento rilascio.
E’ necessario diminuire i grassi, specialmente quelli saturi (di origine animale) ed evitare i cibi elaborati, in cui c’è sempre qualche caloria di cui non siamo a conoscenza. Mangiare prodotti caseari a basso contenuto di grassi (massimo 2%) è importante perchè il calcio contenuto nei latticini sembra favorire la perdita di peso.
Dr. Oz suggerisce di consumare ogni giorno  275 g di carboidrati, 150 g di proteine e 34 g di grassi.
Ecco un esempio di alimentazione:
Colazione: yogurt magro con muesli e frutti di bosco, oppure pancake di grano saraceno e mirtilli con una salsiccia di tacchino.
Pranzo:  piadina di farina integrale, pollo o tacchino alla griglia, fagioli neri, mais e ortaggi freschi.
Snack: latte parzialmente scremato e cacao magro.
Cena: hamburger di tacchino magro, formaggio magro, verdure a volontà e pane integrale oppure polpettone magro di tacchino, pane integrale e purè di patate (2-3 cucchiai).

Sembra che esista una speciale correlazione tra gli estrogeni e l’accumulo di grasso sul sedere. La radice di KUDZU blocca la produzione di estrogeni e quindi l’accumulo di grasso. Se ne dovrebbero assumere 100 mg al giorno, a colazione.

Oltre l’alimentazione è importante l’attività fisica e bisogna far lavorare tutta la parte inferiore del corpo.
Ecco alcuni esercizi che possono aiutare: squat – affondi – mettersi mani e ginocchia per terra e “scalciare” (distendere una gamba in dietro, verso l’alto, poi cambire gamba) – mettersi supine con le ginocchia piegate fino ad avere i talloni vicino ai glutei e spingere il pube verso l’alto – stare dritte appoggiate a una sedia e spingere la gamba in dietro il più possibile – mettersi supine, raccogliere le ginocchia al petto e distendere le gambe mantenendole alzate da terra .
A questi esercizi bisogna alternare uno che fa lavorare la parte alta del corpo, specialmente spalle e bicipiti, con l’aiuto di un elastico: si avvolge l’elastico intorno a un piede e si tirano le due estremità, mantenendo una posizione piegata con il busto in avanti.
Questi due esercizi alternati tonificano, aumentano l’elasticità dei tessuti e aiutano ad accelerare il metabolismo.

Per quanto riguarda l’abbigliamento – l’ha detto lo stilista ospite della trasmissione –  è controproducente indossare capi ampi o troppo squadrati. Bisogna piuttosto far spostare l’attenzione su altre parti del corpo, per esempio accentuando il punto vita o curando la parte alta, per esempio il collo. Sono da preferire i colori vivaci e i pantaloni dovrebbero essere a gamba larga (no leggins!).

Navigazione articolo