Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivio per il tag “cacao amaro”

TORTA DI FAGIOLI NERI E CIOCCOLATO

torta di fagioliQuesta torta è buona e contiene ingredienti salutari.
L’albume è ricco di proteine, minerali come magnesio e potassio, vitamine del gruppo B e triptofano, un aminoacido essenziale, precursore della serotonina e della melatonina, che fanno diminuire lo stress.

I fagioli neri contengono proteine e fibre, che contribuiscono ad abbassare il colesterolo cattivo nel sangue.
Il cioccolato e il cacao contengono anch’essi serotonina e danno il buon’umore.
Il miele ha proprietà antiossidanti e anti infiammatorie.
La cannella e i chiodi di garofano hanno proprietà disinfettanti e regolano il livello di zucchero nel sangue.
Quindi questa torta non solo soddisfa il desidero di dolci, ma fa anche bene!

Ingredienti:
– 500 g di fagioli neri secchi
– 200 g di fiocchi d’avena frullati
– 12 chiodi di garofano macinati
– 2 cucchiaini di cannella in polvere
– 1 bustina di lievito per dolci
– 4 chiare d’uovo
– 50 g di cioccolato fondente + 200 g per coprire la torta
– 50 g di cacao amaro in polvere
– 150 ml latte/latte vegetale (mandorla, riso, soia…)
– 1 cucciaio di olio di cocco (o un altro olio dal sapore delicato)
– 6 cucchiai di miele
– 1 pizzico di sale
– Un po’ di rum o altro liquore.

Esecuzione:
Lasciate a bagno i bagioli neri per tutta la notte, poi fateli bollire per 50 minuti (finchè diventano morbidi).
Lasciate raffreddare i fagioli, poi frullateli con l’aiuto di un po’ di latte.
Preriscaldate il forno a 180°.
Frullate i fiocchi d’avena con i chiodi di garofano e teneteli da parte.
Tagliate 50 g di cioccolato fondente in piccoli pezzi.
Mescolate la crema di fagioli con tutti gli altri ingredienti.
Stendete l’impasto in una teglia foderata con carta da forno.
Infornate la torta per 30 minuti.
Lasciatela raffreddare.
Spruzzate la torta di rum o di un altro liquore che preferite (secondo me il rum non copre il sapore delle spezie, ma lo esalta).
Fondete 200 g di cioccolato fondente e qualche cucchiaio di latte (al microonde o a bagnomaria) e mescolate bene.
Spalmate il cioccolato fuso sulla torta.
Lasciatela nel frigorifero per almeno mezz’ora prima di servirla. (Secondo me è migliore dopo qualche ora)

Questa torta è priva di colesterolo e glutine, sazia a lungo e può essere usata anche da chi è vegan (evitando il latte).
Ha la consistenza che ricorda il castagnaccio e un sapore delicato, ovviamente speziato.
Se non vi piacciono i chiodi di garofano e/o la cannella, potete usare la vaniglia o la scorza d’arancio.

A mio figlio, che è un critico affidabile, è piaciuta 🙂

Annunci

MUFFIN AL MICROONDE

muffin al microondeQuesto muffin contiene un insieme di ingredienti per una colazione proteica, sana ed energizzante.
La sua particolarità è che si prepara al microonde in 1 minuto!
La ricetta è stata presentata nel programma televisivo del Dr. Oz da Jorge Cruise, istruttore di fitness e autore di libri sulla salute e bellezza, come The Belly Fat Cure, Body at Home, 8 Minute in the Morning e altri. Lui lo chiama “muffin snello”.

Ingredienti:
1 uovo
1 cucchiaino di olio di cocco
2 cucchiai di semi di lino macinati
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di cacao amaro in polvere
1 cucchiaino di polvere lievitante
1 bustina di stevia (dolcificante naturale)

Esecuzione:
Si mescolano tutti gli ingredienti in una tazza.
Si mette al microonde (a 100) per 1 minuto.
Si toglie dalla tazza e si serve.

Si fa prima a farlo che a descriverlo, è il caso di dire!
L’olio di cocco raggiunge il cervello senza stimolare la produzione di insulina (e non si deposita sotto forma di grasso), i semi di lino sono ricchi di grassi Omega 3 (antiossidanti, buoni per l’organismo), l’uovo dà delle buone proteine, la cannella mantiene stabili gli zuccheri nel sangue, il cacao contiene polifenoli e stimola il metabolismo.

Se non trovate l’olio di cocco viene bene anche con un altro olio dal gusto delicato. Io l’ho fatto anche con l’olio di sesamo.
Se non gradite la stevia (ha un retrogusto di liquirizia) potete mettere un po’ di zucchero di canna. Il segreto di Jorge è di non superare i 15 g di zucchero al giorno.

L’ho trovato appagante, viene abbastanza grande e ha una bella consistenza.

Per dettagli sulla preparazione di questa ed altre ricette chiedetemi l’amicizia su Facebook!

 

GELATO DI TOFU

gelato di tofu bbQuesta è una ricetta di Sara Corsetti, autrice di Dieta addio.
Ho trovato molto interessante e utile questa opera, che è una vera e propria guida al benessere.
In uno stile chiaro e preciso tratta tutti gli argomenti inerenti a una vita sana, come la depurazione del corpo, una corretta alimentazione e un’attività fisica mirata ad avere un corpo armonioso e snello.
Contiene inoltre una miriade di ricette per piatti sani e gustosi, per frullati depurativi e dimagranti e per deliziosi dessert senza sensi di colpa.

Per l’automotivazione Sara Corsetti ha ideato uno schema a diario dove si possono monitorare i progressi o per tenere sotto controllo l’alimentazione, che rende la dieta anche più divertente.

Ecco la ricetta del gelato, leggermente adattata alle mie esigenze:

– 300 g di tofu
– 4 cucchiai di sciroppo d’agave
– 20 g di cioccolato fondente
– 10 g di mandorle tritate
– 1/4 di cucchiaino di estratto di vaniglia in polvere
– 1 pizzico di cannella in polvere
– 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
– 1 pizzico di sale

Ho frullato 200 g di tofu con la vaniglia.
Ho messo la crema di tofu in un recipiente e l’ho lasciata nel freezer per almeno 8 ore.
Ho tagliato il tofu congelato a cubetti.
Ho frullato i rimanenti 100 g di tofu e ho incorporato i cubetti di tofu congelato finchè ho ottenuto una crema.
Ho aggiunto un pizzico di sale.
Ho aggiunto scaglie di cioccolato fondente.
Ho messo da parte metà del composto.
Nella metà rimanente ho aggiunto 2 cucchiai di cacao amaro in polvere.
Ho messo in una ciotolina qualche cucchiaio di gelato bianco e qualche cucchiaio di gelato al cioccolato, ho spolverato di mandorle tritate e di un pizzico di cannella e ho servito.

Esperimento riuscito. A mia figlia è piaciuto molto. La parte bianca, pur molto buona, sa un po’ di soia, mentre quella al cioccolato no.
Per una consistenza più delicata suggerisco di aggiungere 2 cucchiai di latte di mandorla, specialmente nella parte al cioccolato, perchè la polvere di cacao la asciuga un po’.
Se preferite, potete usare del miele grezzo al posto dello sciroppo d’agave, come infatti suggerisce la ricetta di Sara Corsetti.

Questo gelato è adatto a una dieta vegetariana o vegana in quanto non contiene ingredienti di origine animale. Non contiene grassi saturi e in più è ricco di proteine vegetali (della soia), che nutrono e saziano a lungo.
Provate e raccontatemi i vostri esperimenti!

PRALINE DIETETICHE

praline dieteticheE’ una ricetta che ho visto preparare nel programma del Dott. Oz, che io ho rivisitato. Ho aggiunto il tofu e la noce di cocco.

Ingredienti:
1   avocado (200 g di polpa).
120 g di datteri.
120 g di tofu
2          cucchiai di sciroppo d’agave
10 g   di cacao amaro in polvere.
30 g di cocco grattugiato

Esecuzione:
Si fanno a pezzetti i datteri, il tofu e l’avocado e si frullano finchè si ottiene una pasta morbida.
Si aggiunge poco per volta il cocco grattugiato e il cacao, finchè il composto diventa più consistente.
Si lascia riposare nel frigo per un paio d’ore.
Si prende un cucchiaino di composto e si forma una pralina tonda.
Si passa la pralina nella polvere di cacao oppure nel cocco grattugiato.

A differenza di altri pasticcini che contengono per lo più zuccheri e grassi, queste praline contengono elementi nutritivi di rilievo. Ho gia parlato del tofu, ricco di proteine, e dell’avocado, ricco di grassi “buoni”.
In mancanza dello sciroppo d’agave si può utilizzare sciroppo d’acero oppure del miele. Io ho imparato ad apprezzare il gusto meno dolce, ma se volete potete aumentare un po’ la quantità di sciroppo d’agave.
Un altro valore aggiunto delle mie praline è quello di non contenere ingredienti di origine animale e quindi vanno bene per chi controlla il colesterolo, ma anche per chi segue un’alimentazione vegana.

Questo dessert è gradevole, dal gusto delicato, che può soddisfare il desiderio di dolci. Si mantiene bene nel frigo per qualche giorno.

Per dettagli sulla preparazione di questa ricetta e altre ancora, vi aspetto su Facebook!

Navigazione articolo