Melanzane al Cioccolato

Oggi è un buon giorno per cominciare!

Archivi per il mese di “marzo, 2013”

POLLO AL SESAMO E COCCO

2012-12-10 11.16.02Questa è una ricetta di Tim Ferriss per un pollo impanato compatibile con la sua dieta slow-carb:

Servono:
– pollo privato di ossa e pelle, tagliato a pezzi.
– mezza tazza di mayonese.
– 1 tuorlo d’uovo.
– 1 cucchiaio di olio di sesamo.
– 1 pizzico di polvere di senape.
– sale e pepe.
– 6 cucchiai di semi di sesamo.
– 4 cucchiai di cocco grattugiato.

Esecuzione:
Accendere il forno a 200°.
In una ciotola mescolare la mayonese, il tuorlo, l’olio di sesamo, il sale e il pepe.
Passare i pezzi di pollo nel composto.
In un piatto mescolare i semi di sesamo e il cocco grattugiato.
Prendere un pezzo di pollo con una mano e con l’altra spolverarlo con il sesamo e il cocco.
Adagiare il pollo così impanato su una teglia foderata di carta da forno.
Infornare a forno caldo e lasciare cuocere per circa 20 minuti, a seconda della grandezza del pollo, finchè assume un colore rosolato.
Lasciare raffreddare 1-2 minuti e servire con verdure al vapore (broccoletti, cavolfiore, carote ecc).

Io ho usato le fettine di pollo e ho fatto a meno del tuorlo per essere più leggero.

Se volete vedere le fasi di lavorazione del pollo al sesamo potete chiedermi l’amicizia su fb a questo link.

Annunci

DIMAGRIRE CON LA MEDITAZIONE

meditazione
Il guru della medicina alternativa Deepak Chopra ha scritto più di 60 libri in cui alla base c’è il collegamento tra la mente e il corpo.
In un post precedente, Medicina alternativa, ho parlato del suo piano per rallentare l’invecchiamento.
Un punto di questo piano si riferiva al controllo dello stress, e quindi del peso corporeo, attraverso la meditazione.
Se avete una dieta disordinata, mancanza di volontà o avete difficoltà a controllare le porzioni, provate con la meditazione, che ristabilisce l’autocontrollo. Serve volontà, determinazione ma soprattutto consapevolezza di ciò che avviene nel nostro corpo.
Ci cono due ragioni fondamentali per cui ingeriamo cibo. La prima è per fame fisica, la seconda è per fame emotiva. Se ingeriamo cibo per soddisfare la fame emotiva ingrassiamo.
Uno stomaco vuoto e affamato ha le dimensioni di un pugno chiuso. Se ingeriamo 2 palmi di cibo (come quando vuoi prendere qualcosa tra le mani) riempiamo lo stomaco per 2 terzi, ci sentiamo energici e la fame si placa.
In un soggetto stressato le ghiandole surrenali cominciano a rilasciare adrenalina nell’organismo, quindi il cuore batte più velocemente e il soggetto è più nervoso, comincia a sudare e le pupille si dilatano. Tutto questo è dovuto a un istinto primordiale, legato allo scontro con le bestie  selvagge. Lo stress cronico viene interpretato come fame perchè il nostro corpo si prepara per affrontare il pericolo e si mette da parte riserve di energia.
Con lo stress cronico il rilascio continuo degli steroidi causa un aumento dello strato di grasso sullo stomaco e intorno agli organi interni.

La meditazione è una forza che ristabilisce l’equilibrio interno abbassando il livello di steroidi e il grasso accumulato.
La meditazione richiede solo 5 minuti del nostro tempo e potrebbe avere un impatto notevole sulla nostra vita.
Chopra dice di fare così:
– appoggiate i piedi a terra, senza incrociarli.
– rivolgete i palmi delle mani verso l’alto, per ricevere energia.
– chiudete gli occhi…
– focalizzate la vostra attenzione sul cuore e per qualche secondo provate gratitudine pensando a tutte le vostre fortune, perchè abbiamo tanti motivi per essere grati alla vita.
– mantenete l’attenzione sul cuore e ponetevi poche e semplici domande: chi sono? Non cercate la risposta, limitatevi a porre la domanda, sarà il cuore a rispondere. Che cosa voglio? Qual è il mio obiettivo? Cosa mi rende felice?
– ora liberatevi dai pensieri e osservate solo le sensazioni del vostro corpo, prendendo semplicemente consapevolezza.
– non aprite gli occhi. Riportate l’attenzione sul cuore e provate a sentire il battito cardiaco come un suono o una sensazione.
– rilassate il vostro corpo… Se volete potete sbadigliare o stiracchiarvi… e …aprite gli occhi.

Deepak Chopra spiega gli effetti che ha la meditazione sull’organismo:
– sedendosi rilassati e cercando di sentire gratitudine e amore per ciò che ci rende felici nella vita, i neuroni presenti nel sistema limbico, dove risiedono le emozioni, cominciano ad attivarsi. I neuroni che si attivano insieme si connettono, quindi si sta riprogrammando il sistema limbico per l’appagamento emotivo. Si stanno avviando due processi chiamati neurogenesi e sinapsogenesi, scientificamente provati grazie alla risonanza magnetica.
– ponendosi delle domande si attiva la corteccia prefrontale, la parte del cervello responsabile della coordinazione e del pensiero. Anche in questo caso si sono stabilite nuove sinapsi tra i neuroni.
– sentendo le sensazioni del nostro corpo si è stimolata una parte del cervello chiamata corteccia somato sensoriale, dove monitoriamo le nostre esperienze, che è stata resa più coerente.
– in fine, concentrando l’attenzione sul nostro cuore , sentendone i battiti come un suono o una sensazione, la pressione sanguigna si abbassa in modo significativo.

Proviamo anche noi!

DIMAGRIRE CON I CARBOIDRATI

Chris PowellUltimamente le diete più seguite demonizzano i carboidrati e quando ce n’è una che li prevede mi si radrizzano le orecchie.
Nello show televisivo del Dr. Oz il personal trainer ed esperto in dimagrimento Chris Powell  ha parlato di una dieta in cui sono ammessi i carboidrati.
Piccola parentesi: Chris Powell (quant’è bello?!) ha fatto programmi per dimagrimento, come Extreme makeover, e ama lavorare con i grandi obesi, perchè i risultati sono spettacolari e la soddisfazione è tanta.  Lui entra in una straordinaria empatia con la persona che segue e questo porta sempre a grandi risultati: le cambia letteralmente la vita nel giro di un anno perchè la aiuta a ritrovare la forma fisica, la salute, l’autostima e la fiducia in se stessa.

Quando si comincia un programma di cambiamento, dice Chris, é importante porsi una serie di piccoli ma essenziali obiettivi, che si possono riassumere nell’acronimo SMART:

Specifico: dimagrire deve essere un impegno specifico perchè essere sani non sarà per un periodo, ma per sempre.
Misurabile, controllabile: dobbiamo  prendere le nostre misure e ci dobbiamo pesare per verificare come sta andando il programma.
Arrivabile, raggiungibile: non bisogna porsi degli obiettivi fuori dalla nostra portata, per esempio diete drastiche.
Realistico: non dobbiamo prefissarci di perdere quantità eccessive di peso. Una regola empirica per stabilire il peso da perdere ogni settimana é dividere il peso (in grammi) per 10o. Per esempio se pesate 70 Kg (70.000g) un obiettivo da raggiungere potrebbe essere quello di perdere 700g alla settimana.
Tempo: c’è un’urgenza, una scadenza e dobbiamo adoperarci per rispettarla.

Parlavamo dei carboidrati (quelli che ci piacciono tanto perchè creano dipendenza). Vi sono venuti in mente cannelloni, lasagne, pasta alla carbonara? Mi dispiace, non se ne parla. Sono ammessi i cereali integrali, in linea di massima.
Siete disposti a scendere a questo compromesso? Dopotutto il riso integrale ai porri è buono, ci stareste per un piattino al giorno? Non si può fare.
Chris Powell prevede un equilibrio tra carboidrati e proteine, che si ottiene alternando giorni ad alto contenuto di carboidrati a giorni prevalentemente proteici. In questo modo si può perdere peso facilmente.
I carboidrati diventano il capro espiatorio del fallimento di tutte le diete,  ma il nostro corpo funziona a carboidrati, che forniscono il carburante necessario ad attivare tutte le funzioni metaboliche.
Il glucosio fornisce energia al cervello e a tutte le altre parti del corpo. Non si conoscono i benefici delle diete a basso contenuto di carboidrati. E poi le diete con troppe proteine non sono sostenibili a lungo termine.
Bisogna scegliere quelli giusti, però, per raggiungere risultati incredibili.
Consumando carboidrati diamo energia ai muscoli, il livello di insulina sale e gli ormoni tiroidei attivano il metabolismo. Non assumendone, sarà limitata la conversione degli ormoni tiroidei a livello del fegato e di conseguenza verrà rallentata l’attività metabolica di tutto il corpo. Bisogna stimolare il corpo!

Per prima cosa si dovrebbe mangiare ogni 3 ore (5 pasti al giorno).
Il giorno ad alto contenuto di carboidrati potrebbe essere così:
Colazione: una porzione di proteine, una porzione di carboidrati complessi, verdure senza limiti. Limitare i grassi.
Spuntino: musly integrale, che ci fa sentire sazi a lungo.
Pranzo: un sandwich integrale con pollo/tacchino/pesce e verdure.
Spuntino: frappè al cioccolato fatto con proteine in polvere, farina d’avena e cacao.
Cena: tacchino, piselli, mais, riso integrale.

Il giorno a basso contenuto di carboidrati deve comunque iniziare con una colazione ad alto contenuto di carboidrati, per esempio un frappé.
Per il resto della giornata si devono assumere proteine, verdure, grassi buoni. Gli unici carboidrati saranno le verdure.
Lo spuntino potrebbe contenere ricotta e avocado.
Il pranzo: salmone all’aglio ed erbette e verdure a volontà.
Spuntino: involtini di tacchino (il tacchino fa da pane e si riempie con le verdure)
Cena: parmigiano, verdure, funghi al vapore, zucchini.

Il settimo giorno: tutto quello che vogliamo. Non dobbiamo però comprare grandi quantità di cibi proibiti, in modo da riprendere la dieta senza tentazioni o il dispiacere di buttare qualcosa, come ci insegnava anche Tim Ferriss  (precedente post ).

Non dimenticate l’esercizio fisico per dimagrire e restare tonici!!

Altri dettagli sul ciclo di carboidrati di Chris nell’articolo “Alternate carboidrati e le proteine per dimagrire“.

PROTEINE A COLAZIONE PER DIMAGRIRE

Tim  Ferriss  ha fatto molte ricerche, esponendosi personalmente a tutti i tipi di esperimenti per capire come funziona il metabolismo e come reagisce l’organismo ai vari stimoli. Nel suo libro 4 Ore Alla Settimana Per Il Tuo Corpo parla dell’importanza delle proteine a colazione ai fini di accelerare il metabolismo e di perdere peso.
Dovremmo mangiarne almeno 30g, che possiamo trovare in uno di questi alimenti:

– 150g di carne rossa.
– 180g di lonza di maiale.
– 170g di prosciutto cotto.
– 200g di prosciutto crudo.
– 150 g di pollo.
– 150g di pesce.
– 120g di gamberetti.
– 600g di yogurt.
– 850 ml di latte.
–       5    uova.

Anche le lenticchie sono ricche di proteine (aminoacidi), in particolare di isoleucina e lisina, che svolgono il ruolo di riparare il tessuto muscolare. Inoltre la lisina ha effetti sulla metabolizzazione del glucosio.
Gli spinaci contengono betaina e sono eccezionali per la ricomposizione corporea. Aumentano la crescita del tessuto muscolare e accelerano il metabolismo del glucosio.
Una regola molto importante è quella di mangiare entro un’ora dal risveglio, meglio ancora se entro mezz’ora, per attivare il metabolismo.
Un’altra regola è quella di consumare 5-6 pasti al giorno di circa 200 calorie ciascuno.
Per facilitare le cose, Tim Ferriss suggerisce di fare uno schema fisso per una settimana e di usarlo come guida.
Si possono prendere uova con pancetta biologica e pomodoro a fettine oppure uova e ricotta, o uova con lenticchie e spinaci, oppure tonno al naturale con lenticchie e cipolla tritata.
Tim suggerisce di evitare i latticini, a parte la ricotta.
Preparare in anticipo una dozzina di uova sode rende tutto più semplice. Una colazione di questo tipo assomiglia più a un pranzo, ma il pasto successivo sarà più ridotto. L’aumentato apporto proteico ridurrà la ritenzione idrica e, se la colazione è composta almeno per il 30% di proteine (o almeno il 40% delle calorie della prima colazione), il metabolismo a riposo aumenterà di circa il 20%. In più farà calare il desiderio di carboidrati e favorirà la metabolizzazione dei grassi.

Nel grasso animale si accumulano residui di farmaci e tossine ambientali, quindi sarebbe meglio comprare manzo o maiale biologico anzichè quello proveniente da allevamenti industriali.

Navigazione articolo